Il calendario delle corse italiane sulla strada che porta ai Mondiali di ciclismo è continuato oggi con il Giro di Toscana. La corsa ha dato delle importanti indicazioni al Ct Davide Cassani che ha potuto ammirare un Giovanni Visconti in gran spolvero e particolarmente motivato. La gara si è decisa nell'ultima delle tre scalate al Monte Serra, quando Egan Bernal ha selezionato il gruppo già piuttosto esiguo.

L’azione del vincitore del Tour de France ha lanciato all'offensiva un quartetto che si è giocato la vittoria nel finale di Pontedera, con Visconti vincitore in volata.

Giro di Toscana, Bernal all'attacco

Con le tre scalate al Monte Serra, il Giro di Toscana prometteva di essere la più dura delle tante gare italiane di questo mese di settembre.

Dopo pochi chilometri dal via di Pontedera sono partiti all'attacco cinque corridori: Zhandos Bizhigitov (Astana), Edoardo Zardini (Neri Sottoli Selle Italia KTM), Alexis Guerin (Delko Marseille), Simon Pellaud (Iam Excelsior) e Filippo Zana (Sangemini Trevigiani).

Il gruppo ha lasciato prendere ai battistrada circa cinque minuti di vantaggio, iniziando poi la rimonta sospinta soprattutto dalla Ineos di Egan Bernal e dalla Neri di Giovanni Visconti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Poco prima di iniziare l’ultimo dei tre assalti al Monte Serra è rimasto da solo al comando Pellaud, ma anche il corridore svizzero ha dovuto desistere quando è stato raggiunto e staccato da Diego Rosa (Ineos), uscito dal gruppo sulle prime rampe della salita. La squadra britannica ha impostato una tattica molto aggressiva per favorire l’attacco di Egan Bernal che è arrivato ad un paio di chilometri dallo scollinamento.

Visconti, una vittoria pesante

Lo scalatore colombiano ha imposto un deciso cambio di ritmo a cui ha resistito il sorprendente Nikolai Cherkasov (Gazprom), una delle rivelazioni di questa fase della stagione. Giovanni Visconti non ha reagito bruscamente alle sollecitazioni del vincitore del Tour de France, ma con grande intelligenza tattica ha continuato con un passo regolare che gli ha consentito di scollinare il Serra insieme a Pierpaolo Ficara (Nazionale Italiana) ad una manciata di secondi di ritardo dal duo di testa.

In discesa Visconti e Ficara si sono subito riportati su Bernal e Cherkasov e il quartetto ha marciato con un bell'accordo nell'ultima parte pianeggiante inibendo la già difficile rincorsa degli inseguitori.

La vittoria si è così decisa nel finale di Pontedera tra i quattro attaccanti. Ficara ha cercato di anticipare i tempi all'ultimo km finendo però per rimanere staccato, mentre Cherkasov si è accontentato del piazzamento tirando di fatto la volata a Visconti e Bernal.

Il colombiano è partito per primo, ma Visconti lo ha rimontato senza grandi difficoltà andando a vincere.

Per il siciliano della Neri è una vittoria particolarmente importante, appena un paio di mesi dopo una brutta caduta avvenuta al Giro d’Austria e con la maglia azzurra per i Mondiali del prossimo 29 settembre ormai a portata di mano.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto