Nella prossima #Dichiarazione dei redditi i contribuenti Italiani, che in alcuni casi si sono visti decurtare la possibilità di detrarre le spese sostenute nell'anno 2013, avranno la possibilità, per alcuni oneri, di vedersi addirittura aumentata la percentuale di detrazione fiscale.

Sembra impossibile ma è proprio così! Sarà un caso? Ma questa possibilità è stata concessa per i contributi a favore delle onlus e dei partiti politici.

La Legge n. 96 del 06/07/2012 ha infatti previsto che, per il periodo d'imposta 2013, le erogazioni liberali effettuate nei confronti delle Onlus (nel limite di euro 2.065,00 annui) e per i partiti e movimenti politici ( per le somme comprese tra 50 e 10.000 euro) saranno detraibili nella misura del 24% in sostituzione del precedente 19%.

Condizione essenziale per poter portare in detrazione tali oneri è che le somme siano erogate tramite versamento bancario e/o postale (non è ammesso il versamento in contanti).

Non è consentita la detrazione per le somme versate per conto di familiari fiscalmente a carico, come avviene per altri tipi di oneri.

Mentre nella normativa precedente la possibilità di detrarre le erogazioni effettuate era possibile solo per i partiti che avevano una rappresentanza parlamentare al senato e/o alla camera, con la nuova dichiarazione dei redditi tale possibilità è stata estesa anche all'ambito politico regionale ed europeo.

Ma non è ancora finita! Infatti, per la prossima dichiarazione relativa ai redditi del 2014 le agevolazioni aumentano: il D.L. n. 149/2013 ha infatti previsto che, per i partiti iscritti nella prima sezione dell'apposito registro previsto dallo stesso decreto, è concessa una detrazione di imposta pari al 37% per importi compresi tra 30 e 20.000 euro e del 26% per importi da 20.001 a 70.000 euro.

I migliori video del giorno

#modello 730 #Detrazioni fiscali

.