Il caos sul pagamento della Tares a Roma non accenna a diminuire, la tassa come è ormai noto ha subito delle proroghe nelle date di pagamento ma sono svariati i cittadini romani che non ne sono a conoscenza a pochi giorni dalla scadenza, molti non hanno ricevuto i bollettini e il modello F24 e c'è chi non sa che deve effettuare entrambi i pagamenti, la confusione regna soprattutto tra gli anziani che hanno enormi difficoltà nel calcolo e la compilazione della modulistica e si accalcano dinanzi ai centri Caf della Capitale.

La situazione Tares a Roma è talmente critica che è intervenuto il Codacons, segnalando le continue lamentele dei cittadini, in particolar modo riferite in merito alla mancata consegna del bollettino precompilato e del modello F24 semplificato che il Comune doveva inviare e che invece non è pervenuto ad almeno 250.000 Romani.

La cittadinanza lamenta assenza di informazione e supporto da parte delle istituzioni comunali e dei Caf, sentendosi "abbandonata a se stessa", a renderlo noto è il Presidente del Codacons Carlo Renzi che sostiene che quanto sta accadendo a Roma è inverosimile e preannuncia battaglie legali, qualora venissero richiesti ai cittadini interessi per il ritardato pagamento della tares. Secondo Baretta, sottosegretario all'economia, ha dichiarato che non ci saranno sanzioni per chi non riceve i bollettini ma permangono dubbi soprattutto su casi particolari come le consegne con forte ritardo.

Intanto l'Ama, l'azienda romana che si occupa dei servizi e che si sarebbe dovuta occupare dell'invio degli stampati ai cittadini in tempo utile, fa sapere che la tares può essere pagata entro il 24 gennaio e non saranno applicate sanzioni di nessun tipo.

I migliori video del giorno

Abbiamo già presentato una guida tares per Roma per dare qualche informazione aggiuntiva ai cittadini che non hanno ricevuto dal comune di Roma il bollettino ed il modello F24 precompilati e devono compilare e pagare gli stampati alternativi.