Tasi 2014, calcolo tassa prima e seconda casa e scadenza ancora in bilico: ecco le ultime info aggiornate sulla nuova tassa, facente parte della IUC, che costerà non poco alle famiglie italiane nel 2014.

Per il calcolo della tassa Tasi 2014 sulla prima casa ci si dovrà basare sull'aliquota stabilita dal proprio comune: se in precedenza il tetto massimo era del 2,5 per mille, ora, con le ultime novità decise dal Governo, l'aliquota potrà raggiungere anche lo 3,3 per mille. Tuttavia gli innalzamenti da parte dei comuni saranno possibili solo se gli stessi utilizzeranno il gettito ricavato per finanziare detrazioni per le fasce più deboli.

Di conseguenza per il calcolo della Tasi 2014 sulla prima casa il cittadino dovrà fare riferimento all'aliquota del proprio comune, che non potrà superare il 3,3 per mille, mentre per la Tasi sulla seconda casa e altri immobili residenziali, i comuni potranno decidere un innalzamento fino all'11,4 per mille. Le decisioni sul bilanciamento degli aumenti delle aliquote Tasi saranno quindi nelle mani dei sindaci.

Ma quanto costerà la Tasi 2014? Stando a quanto riporta il Corriere della Sera, secondo un primo calcolo la Tasi 2014 a Roma, per una prima casa da 120 mq, andrebbe a gravare per oltre 700 euro l'anno sui proprietari. Insomma, non si scherza davvero.

Resta inoltre la questione della scadenza della Tasi, in teoria fissata per il 16 gennaio 2014. Si parla già da giorni di un possibile rinvio della scadenza della Tasi a giugno, ma ancora nessuna conferma ufficiale.

I migliori video del giorno

Ancora una volta i contribuenti vengono tenuti in bilico fino all'ultimo momento.