Come ben sapranno tutti i contribuenti che almeno una volta nella vita si sono visti recapitare una cartella esattoriale Equitalia, esistono degli strumenti per dimostrare che quel determinato debito, per tutta una serie di motivazioni che andremo ad analizzare nell'articolo, è stato estinto e che quindi la cartella esattoriale non ha ragion d'essere. È notizia di questi giorni che Equitalia ha messo a disposizione del cittadino contribuente un nuovo strumento in vista della prescrizione e sospensione delle cartelle esattoriali. Vediamo nello specifico come funziona questo strumento, quali sono i casi in cui si può chiedere la prescrizione e la sospensione e quali sono le procedure.

Cartelle esattoriali Equitalia: il nuovo strumento online per la sospensione e prescrizione

Equitalia ha messo a punto uno strumento telematico per permettere al cittadino contribuente di richiedere la sospensione e la prescrizione della cartella esattoriale. Si tratta di un servizio online molto comodo e veloce. In realtà, val la pena ricordarlo, esistevano già varie procedure in vista della sospensione delle cartelle Equitalia: 1) recandosi allo sportello di una sede qualsiasi di Equitalia; 2) tramite fax; 3) tramite e-mail; 4) tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Vediamo nello specifico, ora, in quali casi si può richiedere la sospensione della cartella esattoriale.

Cartelle esattoriali Equitalia: tutti i casi di sospensione e prescrizione

Equitalia predispone la sospensione immediata della riscossione della cartella esattoriale nel momento in cui il cittadino contribuente, che ha contratto debito, dimostri che le richieste dell'ente creditore sono decadute per una serie di motivazioni: 1) in caso di prescrizione o decadenza del credito, avvenuta prima ancora dell'iscrizione al ruolo; 2) qualora sopraggiunga un provvedimento di sgravio emesso proprio dall'ente creditore; 3) qualora sia avvenuta una sospensione amministrativa da parte dell'ente creditore o giudiziale; 4) qualora sia sopraggiunta una sentenza che abbia annullato in tutto o in parte la pretesa dell'ente creditore; 5) qualora il pagamento sia stato effettuato, prima dell'iscrizione al ruolo; 6) qualora sussista qualsiasi altra causa per cui il credito non può essere più esatto.

I migliori video del giorno

Cartelle esattoriali Equitalia: sospensione e prescrizione, la tempistica

Fondamentale per questa procedura di sospensione delle cartelle esattoriali Equitalia è la tempistica. La domanda deve pervenire entro 90 giorni dalla ricezione della prima notifica di pagamento della cartella esattoriale che si contesta. Nella domanda devono esservi tre documenti: 1) la cartella esattoriale Equitalia di cui si chiede la sospensione e la prescrizione; 2) la documentazione relativa alla richiesta di sospensione (secondo i casi riportati nel paragrafo precedente, dunque, ad esempio, una sentenza, un provvedimento di sgravio e così via); 3) un documento di riconoscimento. Importante anche la tempistica della risposta e del riscontro dell'ente creditore a Equitalia: qualora non giunga entro 220 giorni la risposta, il debito si considera annullato di diritto.

Cartelle esattoriali Equitalia: sospensione e prescrizione, la domanda online

La domanda di sospensione e prescrizione delle cartelle esattoriali Equitalia può essere inviata online attraverso il sito internet gruppoequitalia.it.

Non c'è bisogno di registrazione al sito e basta semplicemente seguire la procedura guidata. La sezione all'interno della quale entrare è "Sospendere la riscossione", all'interno della quale vanno inseriti i documenti che abbiamo elencato nel paragrafo precedente.