Cos'è l'ISEE? In Italia è una modalità di autocertificazione che riunisce le varie misure per valutare le situazioni economica di una famiglia, viene utilizzata come parametro per garantire l'accesso ai servizi assistenziali previsti dal nostro Governo, ai nuclei familiari bisognosi.

I servizi possono essere i vari assegni di maternità, le agevolazioni sulle tasse universitarie (l'Isee attesta la fascia di reddito), l'accesso ad asili nidi e mense scolastiche e a servizi socio -sanitari.

L'ISEE si calcola in base al reddito dell'intera famiglia e tiene conto del numero dei componenti, dell'eventuale presenza di anziani o disabili e comprende proprietà mobiliari immobiliari al 31 dicembre dell'anno precedente al rilascio dell'ISEE.

Il documento si può avere attraverso un Caf, e dura un anno.

Ma ogni anno sono molto i cosiddetti falsi poveri, persone che compilano falsi ISEE e che hanno accesso ai servizi di cui non hanno effettivo bisogno: per questo il governo sta istituendo una nuova modalità per il rilascio dell'ISEE.

Intanto verrà allargato il range del "reddito" vale a dire che ogni assegno percepito, o un TFR di un componente del nucleo familiare farà "reddito".

Si terrà conto se qualcuno della famiglia sarà proprietario di automobili (chiaramente di un certo tipo di cilindrata) o di barche. Nel calcolo degli immobili sarà tenuto in considerazione l'ammontare dell'IMU.

Ma verranno inseriti altri parametri, che possono rivelarsi favorevoli, se si è famiglie bisognose come il pagamento del mutuo: ci saranno delle agevolazioni in sede di calcolo ISEE con nuovi parametri.

I migliori video del giorno

E per ogni figlio successivo al secondo ci saranno sgravi fiscali se questo è convivente nel nucleo familiare.

I nuovi parametri sono entrati in vigore l'8 di febbraio, ma bisognerà aspettare il 9 maggio 2014 per cominciare a calcolare l' ISEE secondo le nuove modalità.