Una panoramica con le basilari istruzioni per lo Spesometro 2014, la scadenza dell'agenzia delle entrate e le chance che giunga un proroga o un rinvio dello Spesometro ora che mancano ormai solo tre giorni al primo termine per la comunicazione dei dati.

Istruzioni Spesometro 2014 e scadenza Agenzia delle Entrate

Vediamo alcune basilari istruzioni per lo Spesometro 2014, per la compilazione con software dell'Agenzia delle entrate, l'invio dei dati, la procedura di controllo: anzitutto la sezione dedicata allo Spesometro del sito dell'Agenzia delle Entrate (entro la sezione Comunicare i dati) è il punto di riferimento.

Da qui si può accedere al software per la compilazione dello Spesometro 2014 (il cui uso non è obbligatorio ma senz'altro consigliato). Dopo aver compilato lo Spesometro con il software dell'Agenzia delle Entrate o altro software, è quindi possibile beneficiare della Procedura di controllo messa a disposizione sempre sul sito dell'Agenzia.

Una volta terminata la fase di compilazione per inviare lo Spesometro ci si dovrà registrare ai Servizi Telematici dell'Agenzia delle Entrate al fine di autenticare il documento, per poi finalmente inviarlo. Se si commetteranno degli errori potrebbe essere visualizzato un errore, altrimenti, se la procedura va a buon fine, occorre controllare le ricevute e conservarle.

La scadenza dello Spesometro 2014 è doppia: il 10 aprile è il termine ultimo per i soggetti con partita IVA che effettuano la liquidazione su base mensile della comunicazione di cessione beni e prestazioni.

I migliori video del giorno

La scadenza dello Spesometro 2014 per gli altri soggetti interessati è invece più lontana, fissata al 22 aprile, il giorno dopo Pasquetta.

Proroga Spesometro 2014, il rinvio sempre più difficile

In tanti continuano a sperare in una proroga dello Spesometro 2014 ma il rinvio dei termini, con l'approssimarsi degli stessi, appare sempre più improbabile: occorre dire che non di rado l'Agenzia delle entrate ha comunicato simili cambiamenti delle scadenze all'ultimo momento, ma va da sé che, a tre giorni dalla prima scadenza, la possibilità di una proroga per lo Spesometro 2014 appare sempre più remota.