Mancano ormai solo tre giorni alla prima scadenza dello Spesometro 2014, con il termine ultimo fissato al 10 aprile per i soli contribuenti che liquidino mensilmente l’#Iva; la deadline successiva è invece stata fissata al 22 aprile e sarà valida per tutte le altre tipologie di contribuenti.



In questa sede vi proponiamo una breve panoramica relativa alle istruzioni per lo Spesometro 2014, con tutte le informazioni su compilazione e (ormai poco probabile) proroga: in ultimo cercheremo di delineare le FAQ e i chiarimenti diffusi dall’Agenzia delle Entrate.

Spesometro 2014: istruzioni, scadenza, compilazione e FAQ Agenzia delle Entrate



Abbiamo già accennato alle scadenze fissate per lo Spesometro 2014; il 10 aprile sarà il turno dei soggetti che liquidano mensilmente l’IVA, il 22 toccherà invece a tutte le altre categorie di contribuenti.



Per quel concerne chiarimenti e FAQ relative ai primi soggetti chiamati all’adempimento dello Spesometro 2014, l’Agenzia delle Entrate precisa che bisogna procedere alla ‘Comunicazione delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese e ricevute nel 2013. Per le sole cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute nel 2013 per le quali non sussiste l'obbligo di emissione della fattura, la comunicazione telematica deve essere effettuata qualora l'importo unitario dell'operazione sia pari o superiore ad EUR 3.600,00, al lordo dell'Iva’.



In questa prima tranche di invio dati per lo Spesometro 2014, rientrano ‘Imprenditori artigiani e commercianti, agenti e rappresentanti di commercio, Società di persone, società semplici, Snc, Sas, Studi Associati, Lavoratori autonomi, professionisti titolari di partita Iva iscritti o non iscritti in albi professionali, Istituti di credito, Sim, altri intermediari finanziari, società fiduciarie e Società di capitali ed enti commerciali, SpA, Srl, Soc. Cooperative, Sapa, Enti pubblici e privati diversi dalle società’.



Con riferimento ad adempimenti e regole da seguire per lo Spesometro 2014 consigliamo di prendere visione del portale dell’Agenzia delle Entrate, che raggruppa per tipologia di contribuente tutte le scadenze del mese di aprile. Paiono parimenti utili i documenti relativi alle istruzioni e quelli contenenti tutte le FAQ, con i primi chiarimenti ad essere incentrati su ‘Operazioni con soggetti residenti in Paesi della black list’, e sulla compilazione delle caselle ‘Operazioni con soggetti non residenti’ e ‘Acquisti di servizi da non residenti’.



L’invio dei dati per quanto concerne lo Spesometro 2014 può essere effettuato, chiarisce sempre il portale online dell’Agenzia delle Entrate, ‘esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, utilizzando il modello disponibile sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it approvato con Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 2 agosto 2013’.



Il percorso da effettuare per ultimare l’invio dei dati attinenti allo Spesometro 2014 è il seguente: 'Cosa devi fare' - 'Comunicare Dati' - 'Comunicazioni Operatori Finanziari' - 'Spesometro'.  Dopo aver compilato il tutto, dovrete accedere alla sezione ‘Comunicazione’ che consentirà l’invio stesso dei dati.

Spesometro 2014: proroga sempre più difficile



Ormai diverse settimane fa, l'Unione Nazionale Commercialisti ed Esperti Contabili ha richiesto una proroga di sei mesi all’Agenzia delle Entrate senza però ricevere alcuna comunicazione al riguardo; al di là del mancato pronunciamento, appare francamente difficile che si dia corso alla proroga per l’invio dei dati attinenti lo Spesometro 2014, anche e soprattutto considerato che si è ormai entrati nelle 72 ore precedenti la prima scadenza.



#Dichiarazione dei redditi