Il prossimo 16 giugno scade la prima rata della #Tasi ma solo per quei comuni che hanno deliberato le aliquote entro la settimana scorsa. Per tutti gli altri si dovrà aspettare il 16 settembre oppure il 16 ottobre (la data deve essere ancora stabilita). Sul sito del Ministero dell'Economia è presente l'elenco completo delle aliquote delle abitazioni principali e degli altri immobili. In questo elenco non sono presenti i comuni (tra questi anche Roma e Milano) che entro la data del 23 maggio non hanno deciso le aliquote da applicare per il pagamento della tassa.

Se volessimo sapere quanto si deve pagare per la Tasi di quest'anno è sufficiente, oltre che rivolgersi ai Caf e ai professionisti che sono abilitati, utilizzare il calcolatore che troviamo on line su diversi siti internet.

Utilizzando questi calcolatori, con semplicissimi passaggi, è possibile conoscere l'importo da pagare per questa nuova tassa.

Bisogna però specificare alcune varianti che vanno tenute in considerazione. In caso di separazioni, comodati, comproprietari, la Tasi sarà pagata dall'occupante come quella in comodato che però abbia una rendita superiore a 500 euro.

La Tasi dovrà essere pagata entro la da data di scadenza tramite modello F24 oppure con bollettino postale. Nel caso di pagamento con F24 bisognerà specificare il codice tributo della Tassa. I codici da utilizzare sono i seguenti: 3958 per l'abitazione principale, 3959 per gli edifici rurali, 3960 per le zone edificabili e 3961 per tutti gli altri fabbricati.