Nei comuni di Livorno, Parma e Reggio Emilia la prima rata della Tasi 2014 scadrà il 16 giugno mentre a Bologna la scadenza è stata fissata per il 31 luglio. Per sapere l'importo esatto da pagare il contribuente può farlo facendo riferimento al calcolatore on line fornito gratuitamente da diversi siti internet, come ad esempio sul sito Amministrazionicomunali.it.

Nel comune di Bologna, per il pagamento della Tasi, si applicherà l'aliquota del 3,3 per mille per la prima casa. Per le categorie A1, A6 e A9 si applica l'aliquota IUC dello 0,6 percento. Per le aziende l'aliquota di riferimento è dell'1,06 percento, per le piccole e medie imprese lo 0,76 percento.

Le detrazioni da applicare si calcolano in base alla rendita catastale dell'immobile di riferimento. Comunque si può arrivare ad una detrazione di 175 euro mentre si azzerano quando il valore dell'immobile raggiunge 1.696,44 euro. Sono previste anche detrazioni di 50 euro per ogni figlio (dal terzo in poi) con meno di 26 anni.

Nel comune di Parma si deve considerare un'aliquota del 3,3 per mille sulle abitazioni principali (non per le categorie A1, A8 e A9), su quelle di proprietà possedute da anziano o disabile che ha residenza in un istituto sanitario, su quelle adibite ad abitazione principale data all'ex coniuge e quelle di proprietà del personale appartenente alle Forze Armate e ai corpi armati dello stato.

Livorno l'aliquota di riferimento è del 2,5 per mille sulla prima casa e quella IMU al 9,6 per mille, nella città di Reggio Emilia l'aliquota è del 3,3 per mille da applicare sulle abitazioni principali (categorie da A2 ad A7), di anziani e disabili, cittadini del comune di riferimento residenti all'estero, abitazione assegnata al coniuge e forze di polizia.

I migliori video del giorno