Si avvicinano le scadenze della prima rata di #Tasi, Tari e #imu 2014 e secondo alcuni studi fatti da Confesercenti gli importi medi da pagare per famiglia saranno di circa 1.920 euro. Oltre all'entità delle imposte a spaventare sono anche le scadenze ravvicinate tra loro e soprattutto le difficoltà denunciate dal Caf nel calcolo della Tasi, della Tari e dell'Imu dati i ritardi nella fissazione delle aliquote da parte dei Comuni e della poca chiarezza del testo di legge. Passiamo adesso a fare il quadro della situazione sulle tre imposte.

Prima rata Tasi 2014: soggetti passivi, calcoli, esenzioni e scadenze

La Tasi è stata introdotta dal precedente governo Letta ed è una service tax, ovvero una tassa sui servizi comunali definiti indivisibili (illuminazione, riparazione stradale ecc.).

La prima rata della Tasi è già stata pagata in circa 1.000 comuni il 16 giugno, negli altri casi (che sono la maggioranza) la prima rata dell'imposta dovrà essere pagata il 16 ottobre nel caso la delibera sulle addizionali e sulle detrazioni comunali sia stata effettuata entro il 10 settembre. Nel caso d'inadempimento dell'ente locale la Tasi relativa al 2014 dovrà essere pagata in unica rata il 16 dicembre. Per quanto riguarda i calcoli, basta moltiplicare la base imponibile che è la rendita catastale rivalutata del 5% per l'aliquota che di base e l'1 per mille, ma con le addizionali in alcuni casi essa può arrivare al 3,3% (Andora e Finale). Vi sono casi particolari di esenzioni in Comuni dove la Tasi non è dovuta, ma sono casi veramente rari dato che si parla di soli 4 Comuni su un totale di quasi 8.000.

I migliori video del giorno

Infine i soggetti passivi sono tutti i proprietari di immobili e gli inquilini in affitto per una percentuale che varia dal 30 al 10% a seconda delle decisioni del Comune.

Prima rata Tari 2014: chi paga, quando e come si paga

La Tari e la nuova tassa sui rifiuti che va ha sostituire la vecchia Tarsu. Le scadenze sono state fissate dalle giunte comunali in due rate semestrali e in molti Comuni la prima rata cadrà il 30 settembre. I soggetti passivi della Tasi 2014 sono tutti i proprietari di immobili e gli inquilini in affitto qualora sia specificato nel contratto di locazione. Per quanto riguarda gli importi e le modalità di pagamento essi sono abbastanza semplici, dato che verranno inviati ai cittadini dei bollettini precomplilati per adempiere al pagamento.

Prima rata Imu 2014: scadenze, soggetti passivi ed esenzioni

IMU è l'acronimo di Imposta Municipale Unica; è stata introdotta dal Governo Monti oltre che da quello Letta che ha introdotto un'esenzione per tutti i possessori di prima casa, purché l'immobile non rientri nelle categorie A8, A1 ovvero quelle degli immobili di lusso. Le scadenze sono le stesse della Tasi e sono uguali anche le sanzioni per inadempimento che sono pari ad una mora del 30% più i relativi interessi. Il pagamento della prima rata Imu 2014 può essere effettuato tramite bollettino postale o Mod. F24.