Martedì 16 settembre 2014 i contribuenti residenti nel Comune di Milano che non hanno subito alcuna variazione tributaria, devono saldare l'acconto della TARI, imposta sui rifiuti. La tassa sui rifiuti TARI appartiene al gruppo dell'imposta unica comunale IUC ed è indirizzata a coprire tutti i costi del servizio di raccolta, smaltimento e recupero dei rifiuti. Il Comune di Milano entro il 31 agosto 2014 ha inoltrato ai contribuenti che non hanno subito alcuna modifica tributaria prontamente comunicata e in base alla composizione del nucleo famigliare, il bollettino per pagare l'acconto TARI.

Tuttavia, coloro che non l'avessero ancora ricevuto possono scaricarlo e stamparlo dal portale del Comune.

Per accedervi è necessario fare il login e cliccare sulla voce "servizi on line fascicolo del cittadino". Viceversa, i contribuenti residenti nel Comune di Milano che hanno subito delle modifiche tributarie, ma non hanno ancora ricevuto a casa l'invito di pagamento devono attendere ancora qualche giorno poiché il Comune invierà i documenti entro le prossime settimane essendo diversa la data di scadenza.

Per pagare l'importo della TARI dovuto è necessario recarsi presso gli sportelli bancari, postali e i bancomat abilitati, oppure collegarsi online al sito dell'agenzia delle entrate e compilare il modello online, oppure ancora utilizzare il proprio sistema di home banking. Gli importi dell'imposta sui rifiuti TARI, indicati sui bollettini per i versamenti, sono stati calcolati tenendo conto della quantità media dei rifiuti che vengono prodotti per unità media di superficie, relazionati agli usi e al tipo di attività svolta.

I migliori video del giorno

Ricordiamo che la TARI non contempla le aree scoperte o accessorie alle abitazioni civili, vale a dire i balconi scoperti, i posti auto scoperti e il giardino, e tutte le aree comuni condominiali, vale a dire gli androni delle scale, le scale e gli ascensori. Viceversa, la presenza in una stanza dell'arredamento o la sola attivazione di un servizio pubblico di erogazione implica l'occupazione dell'immobile.