Scatta a partire da quest'anno un nuovo adempimento tributario per tutti gli inquilini residenti in uno dei comuni italiani che hanno deliberato il pagamento della Tasi 2014 anche a loro carico. La Tasi rappresenta infatti un balzello nato per fornire alle amministrazioni locali le risorse necessarie a mantenere in essere i servizi indivisibili utilizzati dalla collettività residente, come ad esempio la cura delle strade e l'illuminazione pubblica. In molti casi però, le amministrazioni locali erano state deficitarie nel prendere una decisione in merito alle aliquote e all'effettiva ripartizione della spesa tra proprietario e inquilino. Ora le cose sono state chiarite, motivo per il quale si presenta in tutta Italia il fatidico momento di mettere le mani al portafogli.

Unico salvagente disponibile, il limite dei 12,00 € nell'importo; a meno di deroghe locali, in tal caso l'inquilino non dovrà versare nulla nelle casse comunali.

Come effettuare il calcolo della base imponibile per la Tasi inquilino 2014

Per prima cosa sarà necessario farsi dare dal proprietario le rendite catastali dell'immobile locato e delle relative pertinenze. In alternativa è possibile reperirle tramite l'agenzia delle entrate o l'ufficio tributi del Comune nel quale si risiede. Sommate le rendite catastali, bisogna aggiungervi il 5% del montante complessivo e poi moltiplicare il risultato per 160: così facendo si ottiene la base imponibile. A questo punto non resta che verificare sul sito del Comune di residenza le aliquote per la TASI 2014 e la percentuale deliberata a carico dell'inquilino.

I migliori video del giorno

Come e quando si paga la Tasi 2014 per l'inquilino: tutte le informazioni da sapere

Attenzione perché in quasi nessun Comune arriveranno a casa i bollettini precompilati con l'importo da pagare. Almeno per il 2014 i contribuenti TASI dovranno organizzarsi per proprio conto, e questo vale anche per gli inquilini. Il saldo potrà essere effettuato tramite bollettino postale (basta richiedere il modulo con il conto di versamento precompilato presso qualsiasi ufficio postale) oppure per mezzo di modello F24 bancario. La scadenza varierà in base alla delibera comunale, ma per molti il pagamento del primo acconto scadrà al prossimo 16 ottobre mentre il saldo finale si dovrà effettuare al 16 dicembre. Se desiderate restare aggiornati sulla TASI 2014 e ricevere tutte le nuove informazioni del caso, potete utilizzare il tasto "segui" in alto a destra.