Il nuovo 730 precompilato arriverà dal giorno 15 Aprile 2015. Esso interesserà circa 19 milioni di contribuenti italiani. Tale modello sarà scaricabile online collegandosi direttamente al sito Fisconline tramite account personale associato al codice fiscale. Si tratta di una misura per semplificare il rapporto tra contribuenti e fisco. Il provvedimento in questione ha però sollevato numerose critiche e polemiche sia per quanto riguarda i tempi, sia per quello che riguarda le modalità di presentaizone. Infatti esso potrà essere accettato così come è oppure modificato. Se nel primo caso non vi sono particolari problemi, questi sorgono nel caso in cui siano necessarie delle modifiche.

Questa ipotesi non è un'eventualità considerata rara ma anzi essa interesserà milioni di contribuenti. Molte le preoccupazioni da parte di commercialisti e gli altri professionisti del settore in quanto si prevede un'enorme mole di lavoro dovuta proprio a causa di tali novità che deriveranno dalle sicure modifiche necessarie al modello precompilato. In esso saranno fornite il grosso delle informazioni che l'Agenzia delle Entrate ha ricavato dalla Certificazione Unica che da quest'anno sostituisce il vecchio Cud. L'altro grande flusso di dati che riguarderà il #modello 730 precompilato è quello che deriva dalle banche e che riguarda in particolare le informazioni relative a mutui, polizze e contributi.

Tutte informazioni che gli istituti bancari sono tenuti a comunicare all'Agenzia delle Entrate entro e non oltre il 2 Marzo.

I migliori video del giorno

Insomma nel nuovo 730 verranno inseriti solo dati certi presi da fonti sicure. Il termine del 2 Marzo varrà anche per le assicurazioni le quali dovranno indicare al Fisco italiano gli importi relativi ai premi detraibili elargiti ai propri clienti. Lo stesso infine si verificherà anche con i dati trasmessi dall'Inps. L'agenzia delle entrate recupererà anche i dati relativi a terreni e fabbricati compresi eventuali redditi da locazione. I dati in questione verranno presi dalla dichiarazione dei redditi dell'anno precedente. Infine il 730 precompilato conterrà anche acconti e crediti d'imposta ottenuti incrociando vari dati.