Anche per l'anno 2015, con il modello 730 precompilato sarà possibile usufruire delle Detrazioni fiscali pari al 65% della spesa sostenuta, nel 2014, per la realizzazione di interventi finalizzati al risparmio energetico. La proroga della detrazione del 65% è stata, inoltre, estesa a tutti i lavori eseguiti entro il 31 dicembre 2015, introducendo anche delle novità concernenti nuovi interventi agevolabili non previsti dalla precedente normativa. Per chi deve eseguire lavori ricadenti in questa casistica il 2015 rappresenta ancora un'ottima opportunità per recuperare quasi i due terzi della spesa sostenuta. Per i lavori eseguiti nel 2014 il rimborso della prima (sulle dieci rate previste) sarà ottenibile in sede di presentazione del modello 730/2015.

Risparmio energetico 65% - interventi agevolabili nel 730/2015 - adempimenti e documentazione

Gli interventi stabiliti dalla Legge finanziaria del 2007, e confermati nell'anno 2015, che possono usufruire della detrazione fiscale del 65% da rateizzare in 10 anni sono i seguenti:

  • interventi di riqualificazione energetica su edifici esistenti - limite detrazione - 100.000 euro.
  • interventi sugli involucri degli edifici (strutture opache e infissi) volti alla riduzione della trasmittanza termica - limite detrazione - 60.000 euro.
  • installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda - limite detrazione - 60.000 euro.
  • interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale - limite detrazione - 30.000 euro.

Gli adempimenti per usufruire della detrazione fiscale del 65% ricalcano, per molti aspetti, quelli previsti per la detrazione del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia (fatture, modalità di pagamento con bonifici, soggetti destinatari dell'agevolazione).

I migliori video del giorno

Gli interventi devono essere effettuati su immobili già esistenti ma, a differenza dell'agevolazione del 50%, possono essere eseguiti su qualsiasi tipo di edificio prescindendo dalla destinazione d'uso. La documentazione necessaria, oltre alla fattura e al bonifico da effettuare con la causale per risparmio energetico, è costituita dall'asseverazione di un tecnico abilitato (o per gli infissi e le caldaie a condensazione fino a 100 kw, certificazione del produttore) e dall'attestato di certificazione o qualificazione energetica.

Entro 90 giorni dalla fine dei lavori, a pena di decadenza dall'agevolazione, dovranno essere trasmessi all'Enea in via telematica:

  • copia dell'attestato di certificazione o di qualificazione energetica (allegato A).
  • la scheda informativa (allegato E o F), relativa agli interventi realizzati.

Novità detrazioni 65% - riqualificazione energetica

La Legge di stabilità 2015 ha previsto due nuovi interventi di riqualificazione energetica per i quali sarà possibile usufruire della detrazione del 65%:

  • acquisto e posa in opera delle schermature solari di cui all'allegato M al D.lgs 29/12/2006 n. 311 - limite detrazione 60.000 euro.
  • acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione dotati di generatori alimentati da biomasse combustibili - limite detrazione 30.000 euro.
Questi ultimi due interventi sono agevolabili se eseguiti dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 e non troveranno pertanto spazio nel modello 730/2015 ma potranno essere detratti nella prossima dichiarazione del 2016 relativa ai redditi del 2015.