In seguito all'entrata in vigore della legge di stabilità 2016, una delle novità che ha suscitato maggiori polemiche, ma anche fraintendimenti, è quella inerente il #Canone Rai. La poca chiarezza riguarda principalmente le tipologie di apparecchi soggetti a tassazione. Come ormai è risaputo con la riforma del canone RAI a partire dal 2016 verrà pagato insieme alla bolletta elettrica.

Riforma Canone Rai 2016: Ecco gli apparecchi tassati

La poca chiarezza in merito ad argomenti così importanti spesso provoca la circolazione di false notizie e allarmismo mediatico. Infatti, uno degli effetti della riforma del Canone Rai 2016 è stata la diffusione della notizia bufala secondo la quale anche chi possiede un pc, un tablet o uno smartphone deve pagare la tassa sulla tv pubblica.

Ebbene, vi informiamo che non è così. La norma specifica che ad essere soggetti a tassazione sono tutti quegli apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni televisive indipendentemente da quanto e come vengano utilizzati. In estrema sintesi si tratta di dispositivi muniti di sintonizzatore per la ricezione del segnale sia terrestre che satellitare e di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva. Quindi, ad esempio, rientrano nella categoria: ricevitori TV fissi e / o portatili; ricevitori radio fissi e / o portatili; videoregistratore dotato di sintonizzatore TV; chiavette USB munite di sintonizzatore radio/TV; decoder per la TV digitale terrestre; etc.

Quali apparecchi non sono tassabili?

Alla luce di ciò i dispositivi non tassabili sono quelli che non prevedono la ricezione del segnale terrestre e / o satellitare.

I migliori video del giorno

Pertanto, possedere un personal computer, un tablet o uno smartphone non implica il pagamento della tassa sulla tv pubblica. Ciò vale anche qualora i dispositivi sopracitati permettano la visione di programmi tv o l’ascolto della radio mediante la connessione internet. Altra importante notizia inerente l’esenzione dal pagamento del canone Rai riguarda il fatto che questo non va pagato in caso di possesso esclusivo di apparecchi radio. #Governo