Le norme sul Canone RAI 2016 non hanno valore retroattivo. Secondo le ultime dichiarazioni del responsabile dell’ufficio stampa Rai, il contribuente, che da quest’anno, pagherà in bolletta il Canone Rai non correrà il rischio di vedersi sollecitare dal fornitore di energia elettrica, gli arretrati del canone non pagato degli anni passati. Dopo una serie di voci su possibili recuperi in bolletta, la Rai ha tenuto a precisare che il nuovo pagamento del Canone 2016 riguarderà solo il pagamento dell’utenza dell’anno in corso e non prevede richieste e sanzioni degli anni precedenti.

Canone Rai: cosa succederà agli evasori

Il Canone Rai 2016, sarà in bolletta a partire dal prossimo mese di luglio, secondo le ultime dichiarazioni della Rai, non saranno richiesti in bolletta gli arretrati che, in passato, gli utenti hanno omesso di pagare.

Le nuove modalità di pagamento del canone, in vigore da quest’anno avverranno tramite il bollettino della luce e saranno in riferimento al 2016 e agli anni futuri, lasciando inalterate le situazioni irregolari degli anni passati che saranno risolte da parte dell’Agenzia delle Entrata o dalla Guardia di Finanza. Dopo i dovuti accertamenti che verificheranno le situazioni irrisolte, verranno calcolati i relativi importi dovuti dall’utente non in regola, pari a cinque volte l’importo del Canone e nel caso in cui l’inadempimento continui nel tempo, avverrà la prescrizione a ruolo della somma dovuta e la sua riscossione verrà affidata direttamente ad Equitalia.

Chi non pagherà il canone Rai

Tutti  gli utenti che potranno dimostrare di non essere in possesso di alcun Televisione potranno essere esentati dal pagamento del canone Rai 2016.

I migliori video del giorno

L’ autocertificazione, del mancato possesso, dovrà pervenire all’Agenzia delle Entrate di Torino tramite l’invio di una raccomandata con ricevuta di ritorno oppure di persona in uno degli uffici dell’Agenzia della propria regione. Il modulo della dichiarazione è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate e l’utente ha l’obbligo di presentarla ogni anno. Sono esonerati dal pagamento del canone Rai tutti coloro che hanno superato i 75 anni e tutti i cittadini che percepiscono un reddito annuo al di sotto dei 6.713,98 euro. Anche i militari che risiedono in ospedali e in tutte le strutture di ordine militare, saranno esentati dal pagamento della tassa. La Rai, per qualsiasi eventuale dubbio, ha messo a disposizione per tutti gli utenti, il numero verde gratuito 800.938362, “Pronto Rai” per fissare un appuntamento telefonico per chiarimenti con un operatore.