Appassionati di tecnologia oggi abbiamo avuto la possibilità di analizzare una delle recenti uscite di un’azienda asiatica: si tratta della Yi Mini Dash Camera, una delle telecamere da cruscotto appena immessa sul mercato.

L’azienda in questione è la Yi Technology, colosso cinese con sede a Shanghai e leader internazionale per quanto riguarda il settore imaging e quello della videosorveglianza.

Qui di seguito andiamo ad analizzare il suddetto prodotto.

Recensione della Yi Mini Dash Camera

Questa telecamera da auto ha il vantaggio di essere molto compatta: si può fissare sul lato interno del parabrezza dietro allo specchietto retrovisore senza causare disagi durante la guida e non è visibile dall'esterno.

Nella confezione, oltre al prodotto, troviamo un cavo alimentatore micro usb lungo tre metri e mezzo, il manuale delle istruzioni e un caricatore per auto.

La Yi Mini Dash Camera non necessita di supporti esterni, in quanto è formata da una parte adesiva, il display con i relativi tasti e il sensore. È lunga poco più di 85 millimetri, alta 54 e una profondità di 39 millimetri, con un peso complessivo di appena 70 grammi. L’adesivo e il sensore sono posti nella parte posteriore del dispositivo, mentre frontalmente ci sono lo schermo e i tasti funzione.

Sul lato sinistro ci sono il tasto reset e il microfono, mentre sulla destra vi è l’ingresso usb, quello della micro SD e lo speaker.

Una volta messa in moto l'automobile, la telecamera si accende e registra automaticamente, potendola regolare anche con l'apposita applicazione scaricabile sul nostro smartphone. Possiamo impostare l’intervallo di registrazione, producendo così clip che durano un minuto o tre minuti. Il display da 2 pollici ha una risoluzione di 960 x 240 pixel e la qualità è più che sufficiente con 3 livelli di luminosità, anche se bisogna ammettere che gli angoli di visuale sono uno dei punti di debolezza dell’apparecchio.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Curiosità

È possibile attivare la modalità standby della telecamera dopo il tempo stabilito, mentre la registrazione d’emergenza parte automaticamente quando l’accelerometro del dispositivo rileva qualcosa di anomalo (brusche frenate) o in caso di incidenti.

I video

I video possono essere registrati in due modalità: in HD (1280 x 720) a 30 fotogrammi per secondo o in full HD (1920 x 1080). In definitiva si tratta di un valido prodotto dell’azienda cinese, con un ottimo rapporto qualità prezzo. Il suo punto di forza è rappresentato dal fatto che la Yi Mini Dash Camera è praticamente ‘invisibile’ dall'ambiente esterno, anche se chiaramente non possiamo paragonarla ai top di gamma targati Apple.

Il nostro voto complessivo? 7,5.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto