Ha soli 7 anni la piccola Bree, eppuredeve subire ogni due mesi le dolorose iniezioni di Botox e Filler. E’ la madre stessa a farlealla figlia per il puro ideale di farla diventare una star.

La sconvolgente storia si legge tra lepagine del The Sun che ha intervistato Sharon Evans, mamma single di 33anni. Come lei stessa dice nell’intervistarilasciata ha sempre avuto l’ossessioneche la figlia deve diventare obbligatoriamente bella e famosa come Willow Smith, la babystar figlia dell’attoredi Hollywood Will Smith e Jada Pinkett.

Da qui partono le ricerche della madreche inizia a consultare una schiera di 15 medici per chiedere di fare le iniezionialla figlia. “No” secco risposto da tuttii medici data la tenera etàdella figlia. Ma Sharon non si dà per vinta e visto che , nel Regno Unito, nonc’èalcuna limitazione nell’acquistodel botox, inizia a frequentare un corso di qualche seduta per estetiste. Con l’attestato in mano è bastato molto pococercare su internet rivenditori on line di botox e acquistarne 2ml per 250euro.

Da quel giorno la bambina viene sottoposta bimestralmente alle dolorosesedute di botox e filler.

Non bastasse tutto questo, Sharon, si fainsegnare da un amico tatuatore le arti di dipingere con l’ago e l’inchiostro. Così a 7 anni Bree siritrova due finte e inespressive sopracciglia tatuate dalla madre stessa.

Le ossessioni della madre hanno coinvoltotalmente tanto la piccola Bree che anche a chi gli chiede cosa le dicono ascuola lei risponde : “Ascuola tutti mi dicono che èsbagliato fare queste cose, ma in realtàparlano così perchésono solo invidiosi

Adesso la famiglia Evans (mamma efiglia) vivono in California e non piùin Inghilterra.

Perchélì la figlia crescendo tra le “amorevoli” cure (se cosi sipossono definire) della mamma riusciràsicuramente a diventare una Star di Holliwood.



Segui la nostra pagina Facebook!