Si chiama “selfie” e sta diventando tra giovani e meno giovani una vera e propria mania: consiste in un autoscatto realizzato in vari momenti della propria vita, che ha come scopo principale quello di vedersi subito condiviso sulle maggiori piattaforme sociali.

L’arte della fotografia però non è alla portata di tutti. Se poi bisogna farlo da soli e con uno smartphone, l’operazione si complica.

Pubblicità
Pubblicità

Ecco alcune dritte per un selfie perfetto… o quasi.

La luce

E’ fondamentale che l’illuminazione sia adeguata. In un ambiente scuro difficilmente verrà fuori uno scatto degno. Vanno bene dunque i luoghi all’aperto, o chiusi purché siano sufficientemente illuminati. Da evitare anche gli ambienti opposti, dove c’è troppa luce. No alle foto fronte sole e quelle sotto accecanti sistemi d’illuminazione.

Pubblicità

Il posto giusto sta a metà.

Lo sfondo

Perché l’immagine di te colpisca positivamente chi la guarda, è indispensabile non trascurare lo sfondo. Brutti i letti sfatti, le camere in disordine, o se sei all’aperto, immondizia alle tue spalle o scomodi soggetti che ti rovinano l’insieme. E se non avete a portata di mano un bel panorama, può andar bene anche un muro!

L’inquadratura

Occhio a cosa inquadri.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Moda

Centra bene cosa deve entrare nell’obiettivo. Non mozzarti la testa, ad esempio! Per un bell’effetto sul viso mettiti di 3/4, scegliendo il tuo lato migliore e ponendo la fotocamera in una posizione leggermene più alta rispetto a te. Questa posizione mette in risalto gli occhi e armonizza i lineamenti.

Il sorriso

Se sorridi, viene meglio. Una faccia depressa difficilmente otterrà i consensi dei tuoi amici.

Valore aggiunto al tuo scatto può esser dato dal fatto che tiri dentro proprio uno di loro, per una foto che sembrerà aver scritto sopra “momento felice”.

Il divertimento

Le pose divertenti sono in assoluto le più gettonate. Quindi semaforo verde alle espressioni buffe, ai travestimenti e agli accessori di sorta. A volte basta un cappello e il tutto acquista un’aria di festa. Consigliati in queste scene anche gli animali; arricchiscono il quadro e regalano tanta simpatia quanta tenerezza.

Pubblicità

Le app

Per correggere difettucci, migliorare i colori o aggiungere testo e animazione, aiutatevi con le app. Ne esistono numerose in rete, e sono scaricabili in modo semplice e gratuito.

Buon divertimento!

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto