La dieta dei colori torna in voga per la validità dei suoi principi, sulla base di recenti studi americani che hanno confermato quanto la cromaticità degli alimenti risponda ad esigenze diverse dell'organismo. Ogni colore infatti apporta dei benefici in alcuni specifici ambiti delle funzioni organiche.

La dieta dei colori: gli alimenti rossi e arancioni

I cibi di colore rosso presenti in natura, come anguria, fragole, ciliegie, lamponi, melograni, pompelmi rosa, peperoni, pomodori, ravanelli ecc, contengono una sostanza particolare di nome licopene.

Pubblicità
Pubblicità

Questo, ha un forte potere antiossidante, combatte l'invecchiamento e aiuta a prevenire patologie che interessano l'apparato cardio-circolatorio. I cibi arancioni invece, come arance, albicocche, meloni, papaia, zucca e carote, essendo ricchi di betacarotene e vitamina C, rinforzano la vista, contribuiscono alla tonificazione dei tessuti, migliorano il sistema immunitario e proteggono l'epidermide da agenti esterni.

La dieta dei colori: gli alimenti bianchi, verdi e blu

I cibi di colore bianco come cipolle, aglio, porri, finocchi, cavolfiori, banane, mele, pere, riso e latte, posseggono al loro interno gli allilsolfuri.

Questi, hanno la facoltà di rendere il sangue più fluido, per cui combattono il colesterolo cattivo, riducono il rischio di trombosi e in generale fungono da protettori del sistema cardio-vascolare. I cibi di pigmentazione verde quali piselli, broccoli, asparagi, spinaci, cetrioli, fagiolini, mele verdi e uva verde hanno dalla loro le vitamine K e B9 (detto anche acido folico). Grazie alla clorofilla, che contiene ferro e magnesio, peraltro, tali alimenti hanno delle proprietà antianemiche e anti-invecchiamento.

Pubblicità

I cibi blu (o viola) come melenzane, prugne, ribes, mirtilli e uva nera sono caratterizzati dai bioflavonoidi, ad alto potere antiossidante. Ricchi pure di potassio, che favorisce il drenaggio dei tessuti, contrastano disturbi noti quali cellulite, ritenzione dei liquidi e gonfiore agli arti inferiori, per un miglioramento generale della rete venosa.

Detto questo, per un'alimentazione sana e bilanciata occorrerebbe portare i colori nei nostri piatti, variandoli ad ogni pasto e combinandoli tra loro, al fine di prendere il meglio di ciò che ci offre la natura e godere di buona Salute.

E poi v'immaginate che tristezza, una tavola monocolore?!

Leggi tutto