Puntata del giorno 25 settembre 2014 della trasmissione tv Il Segreto ricca di spunti per le nostre anticipazioni ad essa legate: in questa occasione vedremo Raimundo Ulloa manifestare la convinzione che può fare molto per dare robusta una mano al figliolo prediletto: quel Tristan che solo ad un certo punto della sua vita ha scoperto essere suo figlio.

La gravisima crisi esistenziale di Tristan, il vedovo triste

L'uomo appare depresso: non è riuscito ad elaborare il lutto legato alla perdita dell'amata consorte ed appare a tutti quelli che lo conoscono trasformato in peggio. Per sollevare il suo morale Raimundo ha però bisogno di un ausilio da parte di altri amici come ad esempio Alfonso Castaneda.

La verità viene presto a galla: quando si è vissuta da protagonista una straordinaria storia d'amore come quella con la bella e sensibile Pepa non è facile tornare indietro. Tristan si sfoga quindi col padre e dice a chiare lettere che non può andare avanti così. La sua vita non ha più senso, questa la sostanza del suo sofferto discorso.

La crescita del nuovo personaggio di Gonzalo

Già sappiamo che Gonzalo è in realtà Martin, figlio della levatrice assai rimpianta un po' da tutti. In questa puntata Don Anselmo si sentirà male e sarà proprio Gonzalo ad occuparsi di lui nel momento della difficoltà anche se Anselmo minimizza, forse proprio per non dare troppa preoccupazione al giovane collega. In questo capitolo della lunga saga de Il Segreto scopriremo però un particolare importante e cioè che Gonzalo non ha mai preso i voti definitivi e dunque c'è ancora una porta aperta per il suo ritorno agli abiti per così dire civili.



Olmo intanto fa di tutto per riportare il figlio Fernando a Puente Vjejo ma questo dopo una lunga assenza non ne vuole sapere. Nonostante il collegio Fernando conferma una volta di più di avere un carattere assai complicato. Nel tempo scopriremo che ha un animo ancora più indurito di quello del famoso padre impersonato da Iago Garcia. Il grande successo tv de Il Segreto prosegue senza soste. Un affarone per Mediaset.