Lo stile di 7Gold è noto da tempo, ma ultimamente i telecronisti - tifosi si stanno lasciando andare sempre più spesso a delle esultanze eccessive che non tardano a scatenare polemiche inerenti il programma "Diretta Stadio", durante il quale vari commentatori seguono e raccontano in diretta le partite delle loro squadre del cuore. Stavolta, nella bufera sono finiti il napoletano Mimmo Pesce e la soubrette Marika Fruscio per un'espressione "poco carina" rivolta ai tifosi del Cagliari.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Nel corso della cronaca di Napoli-Cagliari, giocatasi domenica 23 novembre alle ore 15, il tifosissimo partenopeo Mimmo Pesce, al primo goal della squadra di Benitez parte con la sua esultanza "folkloristica".

Dapprima, come ormai ci ha abituati da un po' di tempo a questa parte, fa partire la sua massima del "capitone nella rete", ma il fattaccio avviene subito dopo. Pesce, infatti, si alza in piedi e si sposta al centro dello studio, dove lo raggiunge Marika Fruscio che - guarda caso - indossa due grandi orecchie da topolino con i pois. Parte un balletto con la gag che ha scatenato l'ira dei tifosi del Cagliari.

Marika Fruscio chiede a Mimmo Pesce cos'hanno a Cagliari, e lui prontamente risponde: "le pecore". Poi l'ex di "Uomini e Donne" incalza il telecronista, chiedendo: "Noi cosa abbiamo?" in riferimento ai napoletani, e Pesce, senza alcuna esitazione, rivolgendosi alla Fruscio con in testa le sue belle orecchie grandi, esclama: "le tope!". Questa scenetta si è ripetuta in più di un'occasione, dunque non si è trattato di un semplice incidente di percorso.

I migliori video del giorno

Il Napoli di reti ne ha realizzate ben tre al Cagliari, ma evidentemente il balletto della coppia Fruscio-Pesce non deve essere stato di buon auspicio per la squadra partenopea, dato che il match si è chiuso in parità, col pirotecnico risultato di 3-3.

Alla fine della gara, musi lunghi per i due ospiti in studio tifosi del Napoli, e Mimmo Pesce ha anche trovato il tempo per dirne un'altra delle sue, definendo così la retroguardia partenopea: "una difesa di pippe!". Naturalmente, il video del siparietto-balletto andato in onda a "Diretta Stadio" ha invaso il web e c'è stata una certa indignazione da parte dei cittadini cagliaritani per quelle esclamazioni sulle pecore fatte da Mimmo Pesce. Forse, sarebbe il caso di evitare di mostrare esultanze così scatenate, e di tornare ai battibecchi, agli sfottò simpatici e in qualche modo anche divertenti con cui la trasmissione sportiva di 7Gold è diventata celebre. Tiziano Crudeli docet.