Rihanna, dalle Barbados con furore. La stella del Pop, da diversi anni sulla cresta dell’onda grazie ai suoi pezzi dai ritmi orecchiabili e trascinatori, in giro sulle radio e tv musicali fino al lavaggio del cervello, ma anche grazie alle sue curve prorompenti e a un fascino selvaggio, è anche stata riammessa su Instagram dopo una squalifica per eccesso di sensualità. Già, perché l’icona della musica contemporanea postava quasi quotidianamente qualche foto piccante, senza veli, in pose ammiccanti; come del resto fanno tante altre sue colleghe o attrici. Utilizzando quel social specializzato in pubblicazioni di foto per una sorta di palcoscenico hot per la gioia dei fan.

La guerra con Instagram era iniziata a maggio, quando il social aveva deciso di disattivarne l’account dopo l’ennesima foto nuda. Ed ecco che la bella cantante di Umbrella, Please don’t stop the music (tanto per citare quelli che l’hanno lanciata su scala mondiale) e altri pezzi famosi (frutto di featuring con altre stelle del Pop non meno provocanti, come Lady Gaga o Shakira), ha deciso di fargli guerra a colpi di tweet. Del resto sul social dedito ai cinguettii vanta di una platea molto vasta, pari a ben 38 milioni di followers. Un esercito agguerrito, che Instagram ha ben pensato di non inimicarsi. Di qui la decisione di riammetterla in questi giorni. Ma lei, in barba a nuove possibili squalifiche, ha ben pensato di tornare nel migliore dei modi che conosce: con foto bollenti, appunto.

I migliori video del giorno

L’occasione d’oro gliel’ha fornita un set fotografico per la rivista Esquire, che ha dedicato alla cantante la copertina del numero di dicembre. A immortalarla è stata poi la mitica fotografa tedesca Ellen von Unwerth.

Nelle foto la si vede con pantaloncini corti e canotte molto trasparenti, in pose sensuali e ammiccanti. Come reagirà Instagram questa volta? Farà finta di non vedere (anche se con quel fisico così generoso è difficile)? O punirà di nuovo Rihanna. Certo, la decisione non è facile, anche per non passare come social cattivo e bacchettone. E poi bisognerà pure affrontare un esercito di quasi 40 milioni di fan da tutto il mondo.