6

Si è concluso con un faraonica cena di gala il tour americano di Kate Middleton e del Principe William. Martedì 9 dicembre la Real Coppia ha accolto numerosi ospiti per una serata benefica organizzata al Metropolitan Museum di New York, i cui proventi andranno a favore della S. Andrews University. La Duchessa è apparsa bellissima, pur riciclando un abito lungo color blu inchiostro di Jenny Packham, indossato già due volte durante precedenti occasioni speciali.

La quasi mamma bis, abituata al "riciclo" dei look, aveva indossato lo stesso capo già nell'ottobre 2013 e nel febbraio 2014. Disegnato da una delle sue stiliste preferite, il vestito è in seta, ha una profonda scollatura incrociata ed è al momento in saldo a circa duemila euro.

Visto il prezzo originale di quasi 4.000 euro, sicuramente per la parsimoniosa moglie di William vale la pena sfruttare al massimo la creazione, seppur a molti sembri un comportamento poco regale.

Decisamente a buon mercato, invece, è un altro abito scelto da Kate durante la visita nella Grande Mela. La Middleton ha indossato il modello "Vanessa" del brand Seraphine per un'altra occasione pubblica, abbinandolo ad una lunga collana d'oro di Cartier. Collo alto, nero, minimal, lungo fino al ginocchio e in vendita a meno di cento euro, il vestito ha fatto subito faville tra le fan della Duchessa di Cambridge. Il sito web di Seraphine è stato preso d'assalto da altre mamme in attesa e, data l'alto numero di richieste, serviranno settimane d'attesa per ricevere lo stesso modello.

Intanto il pancino cresce e, sebbene la linea di Kate resti sottile come sempre, è ormai impossibile nasconderlo agli occhi di curiosi e fotografi.

I migliori video del giorno

A cinque mesi di attesa, la Middleton quasi non è cambiata fisicamente, ma ha certo superato i primi mesi resi complicati da nausee particolarmente acute. La nascita del Royal Baby numero due è prevista per aprile e per ora ancora resta il mistero sul sesso del nascituro. In molti scommettono sulla femmina, dopo la nascita del Principe George nel 2013, ma i quasi genitori bis rimangono silenti sulla questione. Chissà che proprio per Natale si decidano a rivelare qualcosa in più ai sudditi...