Alda D'Eusanio, ospite nel salotto di Barbara d'Urso a Domenica Live, ha raccontato la sua brutta esperienza e di come un incidente stradale l'abbia resa indifesa e piena di paure. Nel 2012 viene investita a Roma da uno scooter. Le condizioni fisiche della presentatrice sono critiche, trasportata in ospedale con codice rosso, resta in coma per un mese.

Nell'altro mondo - racconta la D'Eusanio - si sta d'incanto. Meno bene, invece, quando è ritornata sulla terra: i dolori l'hanno devastata per mesi. Dopo la lunga convalescenza trascorsa nei reparti ospedalieri, è tornata a casa, ma la sua vita non è più come quella di una volta.

Oggi Alda ha ancora quattro emorragie cerebrali, il suo volto è provato, parla con la voce rotta dall'emozione e gli occhi pieni di lacrime. Nell'incidente si è rotta l'osso occipitale, non sente più odori e sapori, ha frequenti mal di testa, non ricorda le cose, la concentrazione è limitata, sente un forte dolore ogni volta che si lava i capelli e a volte non può nemmeno girare la testa sul cuscino.

Dopo il danno, anche la beffa: in questi ultimi anni ha avuto delle buone proposte di lavoro, ma ha dovuto rinunciare a tutte, perché le sue condizioni fisiche non le permettono di ritornare in video. In questo momento non è nella condizione di mettersi davanti a una telecamera, ma non ci sta a farsi offendere dagli addetti ai lavori che la definiscono oramai un personaggio televisivo da rottamare.

Alda D'Eusanio, prima dell'incidente, ha condotto per conto della Rai programmi di successo come La vita in diretta, il talk show Al posto tuo, in onda nella fascia pomeridiana di Rai2, Ricomincio da qui, Il malloppo.

I migliori video del giorno

È apparsa come ospite in diverse trasmissioni Rai e Mediaset. Per alcuni anni è stata allontanata dalla televisione perché accusata di condurre programmi trash. Una volta si presentò in diretta con una maglietta con su scritto: "DALLA non è un cantante, è un consiglio". Nel 1995 il radicale Marco Pannella, durante un'intervista, regalò alla conduttrice un panetto di hashish.