Stasera in Tv alle ore 21:10 andrà in onda su canale 5 il film 'Io ti troverò', una pellicola che invita a riflettere su fatti realmente accaduti in Spagna nell'epoca franchista. È una fiction interpretata da Macarena Garcia (Violeta) e Nadia de Santiago (Conchita) che racconta della sofferenza e della forza di tre donne che pian piano scoprono verità a lungo nascoste. Questa pellicola prende spunto dal celebre romanzo 'Entra nella mia vita' di Clara Sanchez, scrittrice che ha venduto milioni di copie con la famosa scrittura di 'Il profumo delle foglie di limone'. Così come il romanzo narrato dalla Sanchez, la storia proposta su Canale 5 parla di due donne unite da un legame sottile ed infinito, un dato in comune che ha tracciato le loro vite, un amore indistruttibile che dona la forza di combattere contro tutto e tutti per cercare la verità.

La pellicola 'Io ti troverò' è legata anche alla miniserie spagnola 'niños robados' che riprende i fatti storici che hanno segnato la penisola iberica nei peggiori anni della dittatura di Franco. Siamo negli anni'70, precisamente tra gli anni 1963 e il 1970, in Spagna, milioni di bambini vengono separati dalle madri subito dopo il parto per essere oggetto di adozioni illegali. Questa era una pratica della dittatura di Francisco Franco che imponendo il regime franchista (di ispirazione fascista) in Spagna toglieva i bambini alle donne repubblicane per cederli a famiglie conservatrici. Ma i fatti sconcertanti dei bambini rubati in Spagna sono legati anche alla storia di Suor Maria Gomez Valbuena, una suora appartenente alle figlie della carità di San Vicente de Paul accusata nel 2012 di essere stata parte attiva nel furto di bambini praticato presso la clinica della maternità di Madrid durante gli anni '80.

I migliori video del giorno

Il suo caso sarà ricordato per essere stato il primo in cui un giudice accusa una religiosa.

Un film che ci riporterà indietro negli anni, che ci farà conoscere il dolore straziante delle tante donne iberiche che non hanno avuto la possibilità di crescere il proprio figlio. Un film che servirà a farci rendere conto che tali fenomeni, in alcune parti del mondo, ancora esistono e che vanno combattuti.