Annuncio
Annuncio

Sono lusinghieri i dati diffusi sugli ascolti della prima serata del Festival di Sanremo, con una media di 11 milioni e 135 mila spettatori e uno share di gradimento che sfiora il 50%. In pratica un italiano su due, che ieri ha guardato la tv, si è sintonizzato sulla popolare kermesse canora in corso di svolgimento nella città dei fiori. Un dato di poco inferiore agli 11 milioni e 767 mila spettatori che l'anno scorso guardarono la prima serata del Festival di Sanremo che vide la conduzione dello stesso Carlo Conti e che riscosse, nel complesso, un ascolto soddisfacente. La prima parte del Festival ha fatto registrare un ascolto complessivo che supera di poco i 12 milioni e mezzo di spettatori, mentre la seconda parte è stata seguita da quasi sei milioni di spettatori. 

Soddisfazione per questi dati di ascolto di Sanremo 2016 è stata espressa dal direttore di Rai Uno, Giancarlo Leone, che con un tweet ha voluto stigmatizzare il successo di pubblico: 'Anche quest'anno Sanremo alle stelle' ha scritto il dirigente della rete ammiraglia della Rai, complimentandosi, inoltre, anche con i buoni dati d'ascolto fatti registrare dal 'Dopofestival' condotto da Nicola Savino, che ha superato i due milioni di spettatori, nonostante la tarda ora nella quale è andato in onda.

Annuncio

Elton John e la Pausini deliziano l'Ariston

La prima serata è stata caratterizzata dalla presenza della star internazionale Elton John, che ha deliziato i palati sopraffini, eseguendo due brani rimasti un cult del suo repertorio: Your Song e Sorry seems to be the hardest word. Standing ovation anche per Laura Pausini, che è tornata a calcare il palco dell'Ariston a distanza di oltre vent'anni dal suo debutto. Tra gli artisti in gara, è piaciuta molto la canzone interpretata dal cantautore Enrico Ruggeri e il brano strappalacrime degli Stadio, mentre ha deluso Noemi, la cui canzone è stata inserita nel novero dei quattro brani a rischio eliminazione. Non convince la performance delle due band in gara, i Dear Jack e i Bluevertigo, entrambi a rischio di dovere dire addio anticipatamente al Festival di Sanremo.