Nuovo appuntamento con la nostra rubrica dedicata agli ascolti tv della giornata di ieri, domenica 27 novembre: vi diciamo subito che la sfida del prime time è stata vinta dalla penultima puntata di Braccialetti rossi 3. La serie tv di Raiuno è stata seguita da una media di oltre 4.3 milioni di spettatori e ha totalizzato uno share che ha sfiorato la soglia del 17%.

Sempre al top Il Segreto, male il MCS su Rete 4

In prime time su Canale 5, invece, la nuova puntata della soap opera Il Segreto si è portata a casa la classica media dei tre milioni e mezzi di spettatori con più del 13% di share. Ottimo risultati anche per Le Iene che ieri sera ha totalizzato una media di oltre 2.2 milioni di telespettatori così come Che fuori tempo che fa di Fazio Fazio che ieri ha ospitato anche Marco Mengoni: il talk show di Raitre è stato seguito da una media di oltre due milioni e mezzo di Italiani e ha nettamente battuto la nuova puntata del Maurizio Costanzo Show in onda su Rete 4.

Nonosnta el'uno contro tutti con Valeria Marini, il talk show ha registrato una media di circa 1.2 milioni di spettatori e poco più del 5% di share.

Boom di Barbara d'Urso con Domenica Live

La vera trionfatrice della giornata di ieri, però, è stata Barbara d'Urso con la sua Domenica Live: la trasmissione del dì di festa di Canale 5 ha registrato una media di ascolti a dir poco record, segnando il risultato più alto di sempre di questa edizione.

Nel dettaglio la prima parte che tra avuto come ospiti Silvio Berlusconi e Matteo Renzi per parlare di Referendum ha totalizzato una media di oltre 2.5 milioni di Italiani e uno share che ha sfiorato il 15% (nonostantesi sfidasse con l'ultima gara della F1 in onda su Raiuno).

Il record assoluto, però, è stato toccato dalle 17 in poi, quando Domenica Live ha registrato una media di oltre 3.3 milioni di spettatori e uno share superiore alm 21%.

I migliori video del giorno

La trasmissione della d'Urso ha praticamente doppiato gli ascolti della Domenica In di Pippo Baudo che ieri pomeriggio ha registrato una media di 1.6 milioni e solo il 10% di share.