Oggi il tribunale di Torre Annunziata ha confiscato il castello "La Sonrisa" di Sant'Antonio Abate. La Sonrisa è da tempo conosciuta grazie al programma "Il Boss Delle Cerimonie" in onda su real time ogni venerdì: Antonio Polese nei panni de "il boss delle cerimonie" mostra come organizza le sue cerimonie 'napoletane' di lusso.

Il boss in onda su Real Time ogni venerdì

Da tempo il castello "La Sonrisa" è conosciuto per la sue cerimonie napoletane grazie al programma "Il Boss delle cerimonie". Il protagonista indiscusso di questa serie tv è Don Antonio Polese, fiero di mostrare all'Italia la sua vita e il suo lavoro. Al suo fianco troviamo il fidato Gaetano e suo cognato Matteo, i quali si occupano dell'organizzazione delle cerimonie: entrata al castello per i festeggiati, il menù, l'arredamento e la musica.

Ultimamente anche il figlio di Matteo, Tobia Antonio, nonchè nipote del boss, aveva iniziato a lavorare al castello dopo aver conseguito il diploma di liceo classico ed essersi iscritto all'università di Napoli. La moglie e i figli del boss, invece, sono sempre stati molto riservati tanto da non mostrarsi quasi mai nelle numerose puntate del programma.

Cosa è successo?

Napoli. Oggi i giudici hanno condannato ad un anno di carcere la moglie e il fratello di Antonio Polese per una lottizzazione abusiva risalente al periodo 1979-2011. Gli investigatori hanno dichiarato che dove è stato costruito il castello sarebbero stati eseguiti degli abusi edilizi. Il giudice ha poi dichiarato che la Sonrisa da oggi appartiene al comune di Sant'Antonio Abate, insieme a tutto il patrimonio del castello: un albergo e un ristorante a cinque stelle.

I migliori video del giorno

Nessuna condanna per Antonio Polese e il genero.

Come la prenderà Don Antonio Polese? Il Boss Delle Cerimonie chiuderà i battenti e dirà addio a Real Time? Ricordiamo che il boss è stato recentemente ricoverato in ospedale in codice rosso per problemi respiratori e che, ad oggi, non sembrerebbe in pericolo di vita. Per aggiornamenti cliccate Segui.