Lapo Elkann dovrà comparire davanti alla Corte criminale di New York il 25 gennaio 2017 per rispondere alle accuse di "Denuncia alla polizia di falso sequestro" rischiando dai 2 ai 10 anni di carcere per la sua ultima leggerezza. Dalle ultime ricostruzioni, il rampollo di casa Agnelli sarebbe finito in manette domenica mattina, dopo due giorni di eccessi trascorsi in compagnia della escort transgender Marie McKinstry tra alcool, marijuna e cocaina, ma non sarebbe tutto, perché dopo aver finto il suo rapimento l'udienza che lo aspetta potrebbe essere decisiva sotto tutti i punti di vista.

Lapo Elkann torna in Italia in attesa dell'udienza davanti alla Corte criminale di New York

I guai sarebbero iniziati dopo la chiamata effettuata ad un famigliare chiedendo un riscatto di 10mila dollari per essere stato trattenuto contro la sua volontà da una donna sconosciuta. Sembra però, che nella realtà dei fatti, l'imprenditore abbia inventato questa storia per avere maggiore liquidità, visto che aveva terminato i soldi pagando escort e pusher.

A quanto pare, la prostituta aveva anticipato dei soldi per la droga, così lapo elkann le aveva promesso di restituirglieli una volta contattata la famiglia con la storia del rapimento. La famiglia di Lapo ha però allertato la polizia che non ci ha ha messo molto a capire la situazione arrestandolo.

Dalla polizia di New York confermano: "Lo abbiamo arrestato e poi rilasciato in giornata. Non spettava a noi ritiragli il passaporto e quindi non l' abbiamo fatto", tanto che Lapo Elkann sarebbe tornato immediatamente in Italia per consultarsi con i propri avvocati in vista di questo appuntamento con la giustizia.

Nel frattempo anche l'ex fidanzata, la modella Shermine Shahrivar sarebbe intervenuta sui social mandando un messaggio all'imprenditore dopo questo scandalo:"Finchè non vai in pezzi, non sai di cosa sei fatto.

Ti dà l’abilità di ricostruirti ancora, ma più forte di sempre". Serviranno le parole della top model tedesca a ridare fiducia a Lapo Elkann oppure ci sarà un nuovo capitombolo a breve?

Segui la nostra pagina Facebook!