E' stato restaurato grazie ad un finanziamento di 100mila euro della Regione Campania e della Cineteca Nazionale il film "Miseria e Nobiltà". La pellicola del 1954 fu diretta da Mario Mattoli ed è tratta dall'opera teatrale del napoletano Edoardo Scarpetta. Totò ne interpreta il protagonista Felice Sciosciammocca mentre Sophia Loren è la figlia del cuoco. Tra i produttori troviamo anche Dino De Laurentiis e Carlo Ponti.

Le anteprime

L'anteprima del lavoro di restauro che è stato svolto sarà presentata al Massimo napoletano (sul cui sito già fioccano le prenotazioni al costo di 5 euro) e all'Auditorium Parco della musica di Roma durante le giornate del Festival del Cinema che prenderà il via dal prossimo 26 ottobre.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cinema

L'evento clou dell'iniziativa, però, sarà al Teatro San Carlo di Napoli il prossimo 9 ottobre quando "Miseria e Nobiltà" in versione 2.0 sarà presentata al grande pubblico della Regione Campania in occasione della rassegna Progetto Totò, l'arte e l'umanità.

Entusiasta la Soprintendente del Real Teatro che ha aperto al pubblico il complesso considerato cuore culturale e storico della Regione e che per l'occasione avrà una nuova ed insolita veste.

Il Presidente Vincenzo De Luca si è detto convinto che anche il cinema sia un grande patrimonio locale da valorizzare e favorevole a portare "Miseria e Nobiltà" nelle scuole del territorio affinchè anche le giovani generazioni abbiano la possibilità di conoscere ed ammirare uno dei più grandi artisti del cinema napoletano in occasione del cinquantesimo anniversario della sua morte.

Il restauro

Il restauro della pellicola è stato condotto dal Centro sperimentale di cinematografia di cui è Presidente Felice Laudadio che ha dichiarato che il film è stato sottoposto ad un lavoro minuzioso fatto da due dei maggiori esperti dell'ente che hanno lavorato duramente e a lungo.

I migliori video del giorno

In occasione della presentazione al Teatro San Carlo del prossimo 9 ottobre, sarà distribuito agli spettatori un libretto nel quale potranno ammirare con dovizia di particolari tutto il lavoro svolto che sarà anche oggetto di un piccolo film. Il risultato finale, ha assicurato Valeria Caprara, Presidente della Film Commission della Regione Campania, sarà stupefacente per gli spettatori e completamente diverso dal film che sovente è possibile rivedere in tv. Non è escluso, infine, che "Miseria e Nobiltà" possa essere pubblicato in blu-.ray.