Gli Estranei, nella serie televisiva Il Trono di Spade e nei libri di George RR Martin, rappresentano senza alcun dubbio il più grande mistero dell'intero universo delle "Cronache del Giaccio e del Fuoco". Cosa faranno? Cosa vogliono? Dove attaccheranno la prossima volta? Sono solo alcune delle tante domande che ci vengono in mente quando parliamo di loro. La serie televisiva ha risposto ad alcune di esse mediante il flashback di Bran nel quinto episodio della sesta stagione, dal titolo " Il tempo è giunto". Gli showrunner ci hanno mostrato che i Figli della Foresta furono coloro che crearono il primo Estraneo conficcando un pezzo di ossidiana nel petto di un uomo.

Molto probabilmente quell'uomo divenne il Re della Notte, il leader degli Estranei e, ora che finalmente è riuscito ad abbattere parte della Barriera, il più grande pericolo per la razza umana.

Nei libri di George RR Martin noi non conosciamo l'origine degli Estranei, ed il Re della Notte non è nemmeno un personaggio. Mentre ne Il Trono di Spade gli Estranei vengono presentati come dei mostri. Martin invece li descrive come esseri di una bellezza indescrivibile e con una propria cultura, quindi non sono gli zombie programmati solo per uccidere. Questo, secondo il nostro parere, getta una nuova luce sulla stessa natura degli Estranei.

Come finirà Il Trono di Spade?

Finora ne Il Trono di Spade abbiamo visto solo la guerra, ed abbiamo quindi un motivo per credere che tutto si concluderà con la battaglia tra i vivi ed i morti.

Ma cosa accadrebbe se la guerra non fosse necessaria? E, se venisse stipulato un patto tra le due fazioni?

Gli Estranei all'inizio erano davvero in pochi, e ora che Craster è morto ed il Re Notte non è più in grado di convertire i bambini, potrebbero essere all'orlo dell'estinzione. Per la salvezza della loro specie hanno bisogno di un accordo simile a quello che conclusero durante la Lunga Notte.

Ricordiamo che quando Azor Ahai sacrificò sua moglie Nissa Nissa, gli Estranei si ritirarono nelle terre dell' eterno inverno. Quello che accadde è che Azor Ahai spinse Portatrice di Luce nel cuore della moglie, trasformandola così in un Estraneo di sesso femminile.

Se consideriamo quanto è già accaduto in passato, è probabile che possa accadere nuovamente qualcosa di simile con Jon Snow che sacrificherà Daenerys per porre fine alla Grande Guerra.

Questo potrebbe anche spiegare la visione di Dany dalla Camera degli Eterni, dove in un primo momento si trovava nella sala del Trono e poi, poco prima che possa toccare il Trono di Spade, si ritrova oltre la Barriera.

Il Trono di Spade una storia contro la guerra

È importante notare che se consideriamo Il Trono di Spade, come una storia contro la guerra, questa teoria comincia improvvisamente ad essere più credibile. Dal momento che la storia ci mostra costantemente come la guerra sia un male, non avrebbe senso che tutto finisca con un bagno di sangue. D'altra parte, la pace che metterebbe fine all'intera vicenda porterebbe un messaggio importante: vale a dire che la guerra non è la soluzione.

Con questo in mente, è possiamo affermare che l'intero scopo dell'invasione degli Estranei è quello di punire l'umanità per tutte le guerre che gli uomini hanno combattuto. Le guerre alimentano l'esercito dei non morti, finché ci saranno guerre, gli Estranei esisteranno per insegnare all'uomo una lezione.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la pagina Il Trono Di Spade
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!