Si va dalle cose più futili a quelle più importanti, anche a livello internazionale. Sono moltissimi gli aspetti della vita di Donald Trump che sono stati svelati nelle pagine del Libro Fire and Dury, Inside The Trump White House. Un vero e proprio libro scandalo del quale il presidente degli Stati Uniti ha cercato in ogni modo di evitare la pubblicazione. Basti pensare che Trump sia stato definito come un bambino che non legge e non ascolta. Ed ecco perché il presidente è furibondo.

Il libro che porta alla luce il Russiagate

Ben 336 pagine che hanno per oggetto il sistema politico degli Stati Uniti e la vita privata di Trump. Non è sfuggito nulla a Michael Wolff, lo scrittore attualmente nemico numero uno del presidente. Una vera sfida alla Casa Bianca che si basa, per lo più, sulle dichiarazioni di ex persone di fiducia del presidente. Dichiarazioni a suon di veleno dalle quali emergono scenari pressoché inimmaginabili.

Non a caso, dal momento del lancio, il 5 gennaio 2018, il libro è diventato un vero e proprio fenomeno. Tantissime sono state le vendite registrate. Altrettante risultano essere ancora in corso ed il fenomeno sembra quasi non essere destinato ad arrestarsi tanto facilmente. Tra gli argomenti trattati, uno dei più scottanti è il Russiagate. Un uomo che in passato è stato molto vicino al presidente, Steve Bannon, avrebbe infatti confermato che nel corso della campagna elettorale Trump, il figlio e il genero sono ricorsi alla sovversione con la Russia. Rivelazioni che hanno aperto uno scenario internazionale non di poco conto.

Il ciuffo di Donald Trump, nulla di più fasullo

Uno degli aspetti che ha sempre contraddistinto Trump è il suo ciuffo. Eppure sembra che la capigliatura del presidente stia in piedi grazie all'applicazione di diverse tecniche e di uno spray super fissante. Sembra, infatti, da dichiarazioni della stessa figlia di Trump, Ivanka, che il presidente sia completamente rasato sulla testa e che utilizzi la punta della folta capigliatura frontale e laterale per coprire la calvizie superiore e la nuca. Il tutto starebbe su grazie ad uno spray dai poteri quasi miracolosi.

I panini al McDonald

Se sono in molti coloro che non si recano al McDonald per paura di ciò che potrebbero trovarsi a mangiare, questo non vale per il presidente americano. A quanto pare, infatti, Trump ha una paura incredibile di essere avvelenato. Andare a mangiare in uno di questi fast food è, secondo lui, un modo per salvaguardare la sua vita dato che, non essendo informati del suo arrivo, nessuno lì può precedere ad avvelenarlo.

La tinta dei capelli

Torniamo ai capelli di Trump. C'è poco da fare: uno degli argomenti più di moda quando si parla dell'inquilino della Casa Bianca. Secondo quanto ha svelato Ivanka, il colore biondo arancio che contraddistingue la capigliatura del padre sarebbe il risultato di un prodotto colorante che non viene lasciato agire quanto necessario. Il presidente, dunque, non avrebbe la pazienza di attendere e preferirebbe mostrarsi al mondo così come lo conosciamo.

Le lacrime di Melania e gli incontri amorosi di Trump

Nel momento dell'elezione alla Casa Bianca, la moglie di Trump si sarebbe messa a piangere, ma non per gioia. I coniugi tra l'altro dormirebbero in camere separate. Un vero e proprio colpo basso dal momento che una cosa del genere non accadeva da tantissimi anni. Pare che Trump non sia nuovo ad entrare nel letto dei suoi amici, o meglio delle loro mogli. Uno degli aspetti della vita sessuale di Trump che fa discutere. Per far questo utilizzerebbe uno stratagemma che, se vero, sarebbe proprio scandaloso. La tattica sarebbe quella di fare in modo che il marito tradisse la moglie con un'avvenente segretaria lasciando che la moglie ascoltasse il tutto in vivavoce facendosi poi consolare dal presidente.

Trump finirà il suo mandato?

Dopo la sua elezione alla Casa Bianca, la vita di Donald Trump non è certamente semplice. Michael Wolff, autore del libro shock fire and fury, ha rilasciato nelle ultime ore delle dichiarazioni al Sole 24 Ore. Parlando della possibilità che Trump completi il suo mandato, lo scrittore ha specificato come, a suo parere, "per il 30% Trump si dimetterà, per il 30% sarà immischiato in un impeachment per il Russiagate e, solo per il rimanente 30% rimarrebbe in carica fino al termine del suo mandato".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto