Dopo il pareggio con l'Islanda nella prima gara del Mondiale di Russia, per l'Argentina di Leo Messi arriva un'altra amara delusione. Si è conclusa, infatti, con un sonoro 0-3 la partita che ha visto scontrarsi i sudamericani con la Croazia. Dopo le infinite polemiche per il rigore sbagliato contro l'Islanda, il gioco di Messi anche ieri stasera non ha convinto ed è sfuggito a pochi il suo volto teso e preoccupato ancor prima del fischio finale. Il risultato è una quasi eliminazione dalla competizione.

Argentina - Croazia finisce 0-3. Vittoria meritata dei croati

Il 16 giugno scorso, in occasione della loro prima partita al Mondiale di Russia 2018, gli argentini avevano pareggiato per 1-1 con l'Islanda. In quel caso erano stati due i goal, entrambi segnati nel primo tempo. L'argentina, in vantaggio al 19esimo con Sergio Aguero, aveva assistito alla rimonta dell'Islanda dopo appena 5 minuti con Alfreo Finnbogason. La partita in questione poteva sicuramente finire in maniera diversa se Leo Messi non avesse sbagliato il fatidico rigore che, da quel momento in avanti, è diventato uno degli errori più clamorosi dell'appena iniziato Mondiale.

Nella sfida con la Croazia, dunque, l'Argentina doveva assolutamente vincere ed è questo che tutti si aspettavano.

La delusione è arrivata quasi subito con una serie di azioni sbagliate ed un primo tempo a reti inviolate. Arriva all'ottavo minuto della ripresa la prima svolta per la partita. Il portiere argentino Caballero (che, ricordiamo, sostituisce l'infortunato Romero) si lascia andare ad una gravissima disattenzione favorendo Rebic che segna così il primo goal. Da quel momento è un'escalation che porta Sampaoli ad effettuare delle sostituzioni.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Mondiali Russia 2018 ESports

Fuori Aguero e Salvio e dentro Higuain e Pavon, seguiti a breve da Dybala. Il giocatore juventino offre certamente qualche spunto in più, ma inutilmente. All'81esimo arriva il secondo goal della Croazia, messo a segno da Modric con un bellissimo tiro da fuori area e, in pieno recupero, arriva anche il goal dello 0-3 firmato da Rakitic. Una vittoria indubbiamente meritata sul campo e anche sotto il profilo delle scelte tecniche e di formazione. Molto più azzeccate quelle del tecnico croato Dalic piuttosto che quelle dell'argentino Sampaoli. E tutto questo sotto gli occhi increduli di Armando Maradona che assisteva all'incontro stringendo a sè la maglia di Leo Messi.

La classifica del Girone D dopo la sconfitta dell'Argentina

Dopo la sconfitta dell'Argentina, la classifica del girone D sembra non avere pietà per la Seleccion. Al primo posto, infatti, si trova la Croazia a punteggio pieno (6 punti) e quindi già classificata per gli ottavi di finale. Al secondo posto, l'Islanda con 1 punto, al terzo posto l'Argentina sempre con 1 punto (ma anche con una partita in più) e all'ultimo posto la Nigeria con 0 punti. Tutto ciò significa che Messi e compagni dovranno ora attendere il risultato della partita tra Nigeria e Islanda per sapere quante speranze hanno di continuare il loro mondiale.

L'auspicio per l'Argentina è che la Nigeria vinca per poi sconfiggerla nel successivo scontro diretto. Insomma, manca davvero poco al momento della verità. Una cosa è certa, la valigia è quasi pronta per una squadra che non sale sul tetto del mondo da oltre 30 anni e dalla quale tutti gli appassionati del calcio si sarebbero aspettati qualcosa in più.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto