L'attore napoletano [VIDEO] Gigio Morra in questi mesi è diventato uno dei volti più amati e apprezzati della longeva serie televisiva Un posto al sole. Qui interpreta il ruolo di Peppino Canfora. Si tratta di un uomo che dimostra grande amicizia nei confronti di Franco: considera il marito di Angela come un figlio, dopo aver apprezzato la sua umiltà e lo ha conosciuto al garage. Franco ha incominciato a capire che Salvo Prisco minacciava Peppino ed ha spinto il padre di Luisa a denunciare lo strozzino: in un momento iniziale, l'uomo ha dimostrato la sua contrarietà ad una simile decisione. Peppino, poi ha seguito il consiglio di Franco: di conseguenza Prisco è riuscito a far chiudere la palestra di Boschi, che ha rappresentato un'opportunità importante per ragazzi provenienti da realtà difficili.

Quali sono le novità e curiosità principali riguardanti il personaggio di Peppino Canfora, interpretato da Gigio Morra?

Il personaggio di Peppino riesce a superare i problemi di salute

È stato diretto anche dalla regista [VIDEO] Lina Wertmuller nel film Io Speriamo Che Me La Cavo, con protagonista l'attore Paolo Villaggio: Gigio Morra è stato uno dei personaggi principali della pellicola ed ha interpretato il ruolo di un bidello. Intanto nelle recenti puntate il personaggio di Peppino ha avuto gravi problemi di salute, ma è stato soccorso dall'amico Franco Boschi (Peppe Zarbo): quest'ultimo, insieme alla compagna Angela hanno deciso di sposarsi. Peppino Canfora dovrebbe ritrovare la serenità, dopo momenti difficili a causa delle minacce di Gaetano Prisco: di conseguenza ha chiesto a Franco di gestire il garage.

La figlia Luisa, invece, non è riuscito a superare il distacco da Franco e si sente incompresa dal padre, che considera il compagno di Angela come un figlio.

Il grande successo al cinema con pellicole importanti

Bisogna sottolineare che l'attore Gigio Morra vanta una lunga e importante carriera, in cui ha avuto modo di collaborare con artisti importanti nel panorama del teatro e del cinema. Un esempio si ritrova nel fatto che negli anni ha fatto parte della compagnia di Eduardo De Filippo e con il figlio dello stesso commediografo. È stato tra i protagonisti indiscussi della longeva serie televisiva Il Commissario Montalbano, nata dalla penna dello scrittore Andrea Camilleri. Al cinema negli anni ottanta ha collaborato con un regista del calibro di Nanni Moretti nella pellicola intitolata Sogni D'Oro, che ha ottenuto un grande successo anche al botteghino.