'Uomini e Donne' è una trasmissione che fa sempre discutere. Questa volta, come spesso accade, è il Trono Over ad essere protagonista di uno spiacevole episodio che vede protagoniste, stavolta involontarie e come parti lese, Tina Cipollari e Gemma Galgani. L'accusa è principalmente verso Maria De Filippi, colpevole di aver mandato in onda proprio l'8 marzo, giorno in cui cade la festa della donna, uno spettacolo davvero indecente che non fa altro che umiliare la donna stessa. Come sempre andiamo a seguire nel dettaglio cosa è successo in quel giorno e perché la conduttrice è stata accusata addirittura di aver permesso una sorta di violenza sessuale sulle donne.

Ecco cosa è successo nella puntata dell'8 marzo

'Uomini e donne' secondo alcuni stavolta ha toccato veramente il fondo mandando in scena uno spettacolo a dir poco umiliante per la donna, proprio nel giorno della sua festa. In molti hanno parlato di una vera e propria violenza sessuale perpetrata ai danni di Tina Cipollari e Gemma Galgani. Molte le testate giornalistiche web, come 'Il Fatto Quotidiano', si sono occupate della vicenda. Il protagonista è Domenico che sotto invito della De Filippi ha baciato sulla bocca sia Tina che Gemma. Le due donne hanno cercato di divincolarsi e non ricevere tale bacio ma la forza fisica superiore dell'uomo ha fatto si che questo andasse avanti nel raggiungere il proprio obiettivo. Domenico, oltre che baciare le due donne contro la loro volontà, ha anche messo loro le mani addosso toccandole ripetutamente.

Una delle cose più gravi è che il tutto si è svolto con l'incitamento è l'ilarità, espressa anche dal pubblico presente in studio, della padrona di casa, Maria De Filippi. Le polemiche e le accuse conseguenti sui social sono state molte, hanno investito proprio la conduttrice che avrebbe permesso tale accadimento e addirittura lo avrebbe incitato. Tanti spettatori hanno commentato l'argomento e diversi di loro hanno parlato di una vera e propria violenza sessuale mandata in onda. Non si capisce perché per fare ascolto bisogna mandare in onda cose di dubbio gusto, anzi cose che con il gusto non hanno niente a che fare. A maggior ragione in un giorno particolare come quello della festa della donna che soprattutto in questi periodi, in cui si sono vissuti parecchi episodi di cronaca che hanno richiamato alle molestie e alla violenza sessuale, dove la donna va tutelata e difesa. Mandare in onda scene di quel tipo non è assolutamente da insegnamento e tanto meno educativo. La trasmissione potrebbe subire una denuncia?