Sono tanti i personaggi dello spettacolo finiti sul lastrico per i motivi più disparati. C'è chi ha dilapidato tutto, chi si è dovuto confrontare con una carriera che improvvisamente è andata in declino, e chi semplicemente lamenta di non riuscire ad arrivare a fine mese con una pensione "misera". Dopo essere stati sulla cresta dell'onda, tanti #vip adesso sfiorano le soglie della povertà. Alcune ex celebrità, in seguito alle chiacchieratissime dichiarazioni di Barbara Bouchet, che ha affermato: "Ho una pensione da 511 euro al mese, mio figlio Alessandro Borghese è più ricco di me", hanno deciso di raccontarsi a "Domenica Live".

Invitati da Barbara D'Urso, Marco Predolin, Alvaro Vitali e Corinne Clery hanno raccontato il loro percorso [VIDEO] costellato da gioie, ma anche da difficoltà economiche.

Marco Predolin, conduttore televisivo e radiofonico, che aveva già confessato di aver partecipato al Grande Fratello Vip esclusivamente per denaro, ha detto: "Non mi posso certo definire povero, ho una pensione e ho pure un ristorante in Sardegna, ma noi ex lavoranti nel mondo dello spettacolo ci sentiamo raggirati e truffati, poiché con l'unione dell'Enpals all'Inps ci è stata ridotta considerevolmente la pensione".

Anche Alvaro Vitali ha raccontato: "Quando un Vip è all'apice della carriera, dovrebbe riflettere e cercare di versare i contributi per la propria pensione, purtroppo in gioventù non tutti ci abbiamo pensato e adesso ne paghiamo le conseguenze [VIDEO]".

Le proteste nel salotto di Barbara D'Urso

A prendere le difese della Bouchet, tanto contestata, è stata Corinne Clery, che alle telecamere della trasmissione di Canale 5, "Domenica Live", ha dichiarato: "Mi dispiace che qualcuno se la prenda con Barbara, la sua non è una lamentela, è un dato di fatto, una denuncia.

Molti di noi hanno versato tanti di quei #soldi, ovviamente ci sono persone molto più povere di noi, ma il discorso non è questo. Chi ha versato tanti soldi, vorrebbe recuperare un po' di quello che ha dato alla Stato, mi pare lecito!". L'attrice francese ha poi continuato: "Siamo privilegiati, ma moltissimi attori, autori e cantanti hanno pagato tanto per ricevere quasi niente, nessuno vuole togliere qualcosa alla gente che non arriva a fine mese".

In studio è polemica: "Ci sono persone che campano con 300 euro al mese è stanno zitte", ha detto un altro ospite che non ha lasciato parlare l'attrice, interrompendola puntualmente.

A sostegno della Clery è intervenuta infine Barbara D'Urso che, cercando di placare gli animi, ha affermato: "Io condivido quello che ha detto Corinne, è vero che la gente non arriva a fine mese, ma comprendo che molte persone dello spettacolo denuncino il fatto che per anni ed anni hanno versato, sottraendo soldi ai loro cachet, e dopo una lunga carriera si sono ritrovate con somme piccolissime". #Pensioni