Maurizio Aiello, noto e storico protagonista di Un posto al sole, ieri sera è stato ospite di Federica Sciarelli al programma Chi l'ha visto.

Il problema delle truffe romantiche

La trasmissione di Raitre, in questo periodo, sta affrontando il problema delle truffe romantiche. Dietro questi disagi si nasconderebbero delle vere e proprie organizzazioni criminali che, una volta circuita la vittima, la portano a donare alla fantomatica persona amata decine - e talvolta - centinaia di migliaia di euro.

Pubblicità
Pubblicità

Le persone coinvolte aumentano di puntata in puntata, perché ogni volta in cui si smaschera il truffatore, la "sua" foto viene pubblicata. Queste organizzazioni, infatti, per ingannare l'amato di turno, utilizzano delle foto rubate on line, solitamente di giovani avvenenti.

Il volto di Un posto al sole ospite di Chi l'ha visto

Nell'ultima puntata di Chi l'ha visto, è stato ospite Maurizio Aiello: l'attore, volto importante della soap partenopea 'Un posto al sole', si è trovato coinvolto in una di queste truffe.

Qualcuno ha pensato di rubare le foto dell'uomo per fingersi separato con figli in cerca d'amore. Il fantomatico personaggio francese, Fabrice Florent, ha raccontato alla donna da circuire di avere due figli (quelli dell'attore) e che cercava l'amore.

Maurizio Aiello ha dichiarato che la protagonista di questa spiacevole vicenda si è subito accorta che qualcosa non andava. La 55enne francese, infatti, si è insospettita che un uomo così giovane e prestante potesse interessarsi a lei e così ha iniziato a fare delle ricerche su Google.

Pubblicità

In questo modo ha scoperto che, in realtà, la foto di Fabrice era il volto del famoso attore italiano: così ha deciso di troncare subito i rapporti. Aiello è stato poi contattato dalla donna che gli ha spiegato come si sono svolti i fatti.

Alle telecamere di Chi l'ha visto, in un collegamento in diretta, l'attore si è detto mortificato per quanto è accaduto, soprattutto per il fatto che siano state usate foto anche dei suoi figli. Ha affermato di sentirsi in colpa, per non aver tutelato i suoi bambini pubblicando ingenuamente degli scatti che ritraevano momenti significativi insieme a loro.

Appena Aiello ha saputo della tentata truffa, ha subito deciso di agire rivolgendosi a Facebook per tentare la chiusura del finto profilo e ci è riuscito. Il problema è che spesso questi truffatori ne aprono un altro subito dopo.

L'inchiesta di Chi l'ha visto

Il programma della Sciarelli sta portando avanti l'inchiesta che vede coinvolte sempre più persone, pubblicando un cartello con 51 foto rubate da truffatori. Questo potrebbe servire a mettere in allerta altre donne e uomini vittime della truffa, prima che questi commettano l'errore di elargire denaro.

Pubblicità

Leggi tutto