Le piste da sci sono delle vere e proprie "strade" sulle quali la circolazione è regolata da norme di legge, regolamenti, segnaletica, oltre che da regole di prudenza, attenzione e normale buon senso. Negli anni '60-'70 vigevano i decaloghi dello sciatore, nel 2003 è entrata in vigore una legge ad hoc che detta norme in materia di sicurezza nella pratica non agonistica degli Sport invernali da discesa e da fondo. Vediamo quali sono le regole che sciatori e snowboarder devono rispettare per evitare di creare intralci e di causare incidenti con le conseguenti responsabilità civili e penali.

La regola base è quella che impone a tutti i frequentatori delle piste da sci un comportamento prudente e diligente per non causare danni a persone e cose, intralcio agli altri sciatori o, comunque, pericoli per l'incolumità altrui.

Il rispetto per gli altri si traduce, prima di tutto, nel controllo dei propri sci e nella padronanza della velocità che deve essere congrua ed adeguata alle proprie capacità, alla difficoltà del tracciato, alle condizioni del terreno ed anche a quelle atmosferiche. La seconda regola è tenere una giusta distanza dallo sciatore che sta davanti: naturalmente, se si rendesse necessario, sarà possibile effettuare una caduta d'emergenza al solo fine di evitare lo scontro.

La legge ed anche il buon senso impongono di tenere una velocità moderata nei tratti dove è scarsa la visibilità, vicino ai fabbricati e, comunque, nei pressi di ostacoli, incroci, strettoie, oltre che in caso di nebbia, foschia, affollamento, nonché nelle piste per principianti. In ogni caso, tutti gli sciatori e snowboarder, sia provetti che principianti, devono procedere lentamente al termine delle piste e vicino agli impianti di risalita.

I migliori video del giorno

Riguardo alle precedenze, la regola fondamentale è che gli sciatori a monte devono mantenere una direzione che consenta di evitare scontri o interferenze con gli sciatori a valle. Se gli incroci non sono regolati da apposita segnaletica, bisogna lasciare la precedenza a chi proviene da destra. Prima di sorpassare, è necessario assicurarsi di avere la giusta visibilità e lo spazio sufficiente per effettuare la manovra in sicurezza: è possibile superare sia a monte che a valle, sia sulla destra che sulla sinistra, l'importante è mantenere la giusta distanza dallo sciatore sorpassato. Ovviamente, il grido "pistaaaa!!!" non attribuisce alcun diritto di precedenza. Nel transitare agli incroci e nelle manovre di sorpasso è necessario che gli sciatori coinvolti tengano i bastoni ben vicini al corpo.

Lo sciatore/snowboarder che intende fermarsi deve farlo soltanto ai bordi delle piste, ma non in prossimità di dossi o aree senza visibilità. Prima di rimettersi in pista, bisogna controllare bene sia a monte che a valle.

Per quanto riguarda la segnaletica che regola la circolazione degli sciatori bisogna ricordare che i segnali di chiusura e di pericolo delle piste sono obbligatori; i paletti neri, rossi, blu e verdi sono soltanto indicativi delle difficoltà che si possono trovare scendendo.

In caso di caduta lo sciatore deve, se possibile, liberare tempestivamente la pista portandosi ai margini. Chi assiste ad un incidente, ha l'obbligo di prestare soccorso e di segnalare la presenza di un infortunato in pista con ogni mezzo idoneo. Sia gli incidentati che i testimoni oculari hanno l'obbligo di dare le proprie generalità e di fornire informazioni sull'accaduto. La "fuga" è penalmente perseguita. Evitiamo sciocche e pericolose gare da coppa del mondo. A controllare che tutti osservino le regole di comportamento e ad irrogare le eventuali sanzioni provvedono la Polizia, i Carabinieri, il Corpo Forestale e la Guardia di Finanza.