Visitare Expo 2015 può rivelarsi un viaggio da pianificare bene se non vogliamo incorrere in spiacevoli contrattempi. Basta dimenticarsi di fissare il parcheggio per l'auto, o comprare un biglietto serale pensando di usarlo solo per la visita ai padiglioni, o cambiare macchina all'ultimo minuto con un parcheggio prenotato. A questo proposito, sulla base di esperienze personali, vorrei darvi qualche piccolo suggerimento:

  • Il mezzo che più si avvicina a #Expo 2015 è il passante ferroviario la cui stazione è quasi a ridosso dell'ingresso ovest e non occorre fare il lungo ponte pedonale di cascina merlata o quello della fiera di Rho. Con la metro si arriva sempre nella zona dell'ingresso ovest e resta poi un lungo tratto da percorrere a piedi.
  • Il parcheggio auto deve essere prenotato almeno uno o due giorni prima e in questo caso occorre fissare un biglietto Expo al giorno di prenotazione che non può essere poi spostato. Dopo aver stampato il proprio codice QR di prenotazione occorre esporlo sul cruscotto dell'auto e solo con esso si possono percorrere alcuni lunghi tratti degli svincoli autostradali all'uscita Pero-Rho sulla Milano-Torino, che portano al parcheggio. Questi percorsi a traffico limitato non sono molto chiari su chi può percorrerli legittimamente e possono fuorviare con un generico "Riservato a taxi e autobus e autorizzati".
  • Il coupon di prenotazione parcheggio si fissa ad una targa e non può essere ceduto ad altra autovettura.
  • I biglietti serali costano molto poco e sono invitanti, anche per gli spettacoli di luci e attrazioni che si svolgono appunto nelle ore serali. Attenzione però: molti padiglioni chiudono tra le 20 e le 20,30 anche se Expo chiude più tardi.
  • I parcheggi auto autorizzati sono quattro e i tre più lontani sono collegati a Expo da un servizio di navette gratuito e in questo caso si evita di arrivare già stanchi a superare i cancelli di Expo.
  • Non si possono portare all'interno bottiglie di vetro e lattine.
  • Per mangiare si può usufruire di decine di chioschetti e ristoranti, ma informatevi prima sui prezzi: dalla mia esperienza o danno porzioni microscopiche al prezzo di un ristorante medio, oppure il prezzo può lievitare a livelli eccessivi.
  • È disponibile una App per smartphone e tablet (Expo 2015) che mette a disposizione una mappa dettagliata agganciata alla vostra posizione gps, gli eventi intorno a voi, i punti di ristoro e altro ancora.
  • Ogni padiglione in media ha una coda di 10-20 min. che serve a regolare il flusso di visitatori all'interno dei settori espositivi. Questo dà al visitatore la possibilità di fruire della visita senza essere schiacciato dalla folla.
  • In media occorre mezz'ora per visitare un padiglione. Quest'informazione può essere utile per pianificare meglio quali e quanti padiglioni si intendono visitare.
  • Per l'acquisto dei biglietti si può fare riferimento al sito ufficiale di Expo o alle biglietterie agli ingressi, oltre che a vari canali degli sponsor. Ma per essere sicuri di poter entrare nel giorno scelto è meglio fissare, per i biglietti che lo prevedono, il giorno di visita almeno un giorno prima.
  • All'interno di Expo si può muoversi velocemente da un capo all'altro utilizzando il servizio di autobus navetta gratuiti che percorrono il perimetro dell'esposizione.

Mi auguro che questi suggerimenti possano esservi utili per la vostra prossima visita a Expo 2015.