10

Spesso, quando si menzionano Viaggi e vacanze estive, ci si dimentica di una regione italiana che, in realtà, ha molte risorse e bellezze da offrire. Stiamo parlando del molise, una realtà italiana che vanta non solo luoghi suggestivi e paesaggi incantevoli, ma anche tradizioni culturali di tutto rispetto. Ecco, di seguito, quali sono alcuni luoghi affascinanti e ricchi di storia da visitare durante l'estate 2017.

Molise: dove trascorrere l'estate 2017

Vediamo, dunque, quali sono alcune delle località e delle cittadine più belle di questa regione, che potrebbero diventare meta delle vostre prossime vacanze estive.

  • Santuario dell'Addolorata di Castelpetroso: La sua costruzione iniziò il 28 settembre 1890 sul luogo dove, pare, due pastorelle videro la Vergine Maria. Alla prima apparizione ne seguirono molte altre, che spinsero papa Paolo VI a proclamare Maria Santissima Addolorata di Castelpetroso come patrona di tutta la regione nel 1973.
  • Pontificia Fonderia di Campane Marinelli, Agnone: Questa località è nota proprio per la realizzazione delle campane. All'interno della città si trova un museo singolare, dalle cui sale è possibile seguire tutte le fasi della lavorazione che portano alla produzione delle campane.
  • Castello di Monforte, Campobasso: Con la sua struttura quadrangolare, il castello deve il proprio nome all'omonimo conte Nicola II e, negli anni, è divenuto simbolo del capoluogo.
  • Borgo di Frosolone, Isernia: Secondo gli americani, è tra i 49 borghi più suggestivi d'Italia (BuzzFeed). Conta 3.159 abitanti e fa parte della provincia di Isernia. È caratterizzato da feste tradizionali e suggestive tradizioni popolari, tra cui la fiera dei "ferri taglienti" o quella dei latticini.
  • Palazzo Ciaccia, Matrice: Questo splendido palazzo si trova a Matrice, in provincia di Campobasso, ed è stato edificato nel Settecento. Venne ampliato, con l'aggiunta di un corpo architettonico, dopo il terremoto del 1805, che distrusse la città che lo ospita e altri paesi della regione. Piuttosto noto è l'imponente portale, dove compare lo stemma di famiglia.
  • Lago di Castel San Vincenzo, Isernia: Nonostante sia un lago artificiale, è stato ben inserito nel contesto, circondato da aree adibite a pic-nic. L'area si trova nella provincia di Isernia, tra le Mainarde, e nei pressi sorge la famosa Abbazia Benedettina.
  • Castel Pandone, Venafro: Situato nell'area nord-occidentale della Venafro romana, trae origine da una fortificazione megalitica trasformata successivamente nel mastio quadrato longobardo. Fu cambiato completamente nel XV secolo dai Pandone, signori di Venafro. Dal 2013, il Castello è sede del Museo Nazionale del Molise.
  • Museo dei Misteri, Campobasso: Il museo è stato inaugurato il 7 ottobre 2006, ed è costituito da due sale espositive ed una dedicata alle proiezioni. L'intero edificio è dedicato all'ingegno di Paolo Saverio di Zinno e delle sue opere realizzate a metà del '700. Nel giorno del Corpus Domini, da oltre duecento anni, alcuni di questi capolavori sfilano tra due ali di folla per le vie del capoluogo, richiamando l’attenzione di turisti e studiosi delle tradizioni da tutto il mondo.
  • Castello Svevo, Termoli: L'edificio, che caratterizza con il suo profilo l'immagine del Borgo vecchio della città, risale approssimativamente al XIII secolo, periodo in cui Federico II di Svezia progettò un sistema di fortificazione delle frontiere sud-orientali italiane fino alla Sicilia.
  • Oasi naturalistica Lipu, Casacalenda: L'Oasi occupa i due terzi del Bosco Casale dove sorgeva il Castello di Gerione che, in passato, avrebbe ospitato Annibale. Negli anni '20 la zona rientrò nel piano dei tagli cedui, e il disboscamento programmato ogni 15 anni si fermò solo nei primi anni '90, quando il Comune di Casacalenda, proprietario della zona, trasformò il bosco in un'area protetta. Da allora, la Regione Molise ha introdotto un'oasi di protezione faunistica, affidata in gestione alla Lipu, in seguito ad accordi con il Comune di Casacalenda e la Provincia di Campobasso.