budapest, la capitale dell'Ungheria, è nata dall'unione fra tre borghi: Óbuda, Buda e Pest. I primi due si trovano in una zona collinare sulla riva sinistra del Danubio, mentre Pest si trova sulla riva destra. Budapest è una città che ammalia i turisti senza fare nulla e senza chiedere nulla. È una città che si dona generosamente ai suoi visitatori e che lascia un ricordo indelebile.

Cosa fare appena arrivati a Budapest

La prima cosa da fare in assoluto è munirsi di denaro locale. Nonostante l'Ungheria faccia parte dell'Unione Europea, la valuta utilizzata è ancora il fiorino ungherese (1 HUF = 0,003 Euro) e pagare in Euro (laddove consentito) non conviene.

Suggeriamo di prelevare da un qualunque sportello Bancomat. In alternativa, esistono diversi uffici di cambio dislocati per la città in cui ci si può recare per ottenere fiorini ungheresi. In secondo luogo, sarebbe opportuno lasciare i bagagli nel posto in cui pernotterete, in modo da potervi muovere più agilmente per la città. Se arrivate prima dell'orario previsto per il check-in del vostro albergo, potrete lasciare comodamente e in tutta sicurezza i vostri bagagli in uno degli armadietti della Stazione Ovest (Nyugati), che si trova a pochi minuti di distanza da viale Andrássy, il viale più importante di Budapest.

Il primo giorno potreste dedicarlo allo shopping con una passeggiata rilassante nella zona pedonale di Pest. Se non siete troppo stanchi potete raggiungere piazza Vörösmarty a piedi (3 km circa) e avere così una prima impressione della magnificenza della città che apparteneva all'impero austroungarico.

Se, invece, preferite non camminare, dall'uscita principale della stazione è sufficiente attraversare la strada e prendere la linea blu della metropolitana (M3, Nyugati pályaudvar), cambiare a Deák Ferenc tér e prendere la linea gialla (M1) fino a Vörösmarty tér (fate attenzione che sia Vörösmarty tér e non Vörösmarty Utca, stazione presente sulla stessa linea). Partendo da piazza Vörösmarty (che, tra le altre cose, ospita uno dei caffè più antichi e famosi di Budapest, il Café Gerbeaud) potrete raggiungere il mercato centrale coperto (Nagycsarnok) percorrendo la via Váci, una delle vie più importanti della città, costellata da eleganti negozi.

La sera non dovete assolutamente perdervi la gita in battello sul Danubio. È un'esperienza unica, che vi rimarrà nel cuore. Vedere i maestosi edifici di Budapest, con i loro profili imponenti ed eleganti, illuminati nella notte vi lascerà senza fiato. Ricordatevi di coprirvi bene, perché la sera sul battello fa freschino.

Cosa fare il secondo giorno

Dopo un buon sonno ristoratore e un piacevole risveglio in una delle città più belle al mondo, vorrete finalmente dedicarvi a una visita come si deve della città.

Come in molte capitali, anche a Budapest esistono i tour guidati gratuiti (come originalfreetours), in cui giovani molto simpatici e preparati vi accompagneranno nella visita dei luoghi più importanti della città, come il Parlamento, il Castello di Buda, il ponte delle catene, il bastione dei pescatori, la chiesa di San Mattia e molti altri. I tour sono in lingua inglese o spagnola. Se vi piace il mistero, non perdetevi il labirinto sotterraneo del castello di Buda dove, si dice, fu imprigionato il principe Vlad III di Valacchia, altrimenti noto come Conte Dracula.

La notte, dalle 22 alle 4 del mattino, vi aspettano invece i bagni termali Rudas, con le diverse piscine calde in cui rimanere beatamente in ammollo per ore. Ma è sul tetto che vi attende la vera sorpresa: una suggestiva cupola che si affaccia sul Danubio vi regalerà la possibilità di ammirare la città sonnecchiante in tutta la sua magia, stando immersi nella piacevole acqua calda. L'ingresso notturno ai bagni termali è di 15 Euro circa.

Prima di lasciare Budapest

Se partite nel pomeriggio, avrete tutto il tempo per godervi un altro tour guidato gratuito, quello del quartiere ebraico, ad esempio. La guida vi racconterà la storia e le vicissitudini di questo storico quartiere, dai momenti bui della seconda guerra mondiale e della persecuzione dei suoi abitanti, alla sua riconversione attuale in luogo trendy per giovani. Il luogo più importante che visiterete è la grande sinagoga di via Dohány, la sinagoga più grande d'Europa, che comprende il museo ebraico, il monumento alle vittime dell'Olocausto e il cimitero ebraico. La storia di questi luoghi non può lasciare indifferenti.

L'ultimo saluto a Budapest lo si dà dalla sua anima vibrante: il grande Danubio. Percorrendo la riva destra a Pest verso il ponte Margherita ci si imbatterà in un monumento costituito da sessanta paia di scarpe in bronzo, in ricordo delle vittime della Shoah. Durante la seconda guerra mondiale, le Croci Frecciate (i miliziani ungheresi che collaboravano con i nazisti) trascinarono gli ebrei lungo la sponda destra del Danubio, li legarono a gruppi di tre e li uccisero con un colpo alla nuca. I loro corpi vennero quindi gettati nel fiume, le cui acque conservarono il colore rosso per giorni.

Al termine del vostro weekend a Budapest tornerete a casa con un po' di malinconia, questo è certo!