2

Il Natale è una delle festività più amate in tutto il mondo, nasce come festa cristiana ma festeggiata anche da altre religioni. Noi europei siamo abituati a vivere un Natale invernale, con neve e freddo, cappelli e cappotti. Ma se per quest'anno decidessimo di voler passare il 25 di dicembre con il sole in faccia, sulla spiaggia e l'acqua salata che ci bagna i capelli? L'Australia è il posto giusto!

In questo periodo dell'anno a Sidney la temperatura varia dai 17 ai 30 gradi, praticamente piena estate. Tutto ciò perché questo continente è nell’emisfero sud del globo e quindi la festa cade in periodo estivo, potrebbe sembrare strano a noi europei con una concezione completamente diversa di questa festività.

Vincono le luci più appariscenti

Gli addobbi natalizi dell'Australia sono molto simili a quelli della tradizione sassone. Gli australiani addobbano ville e villette con luci di tutti i tipi, renne luminose sui tetti delle case, luci a intermittenza sulle finestre e babbo natali gonfiabili in costume da bagno e surf in mano nei giardini.

Praticano l'usanza di premiare le case con il maggior "effetto disco". Viene poi celebrato il vicino di casa con le luci più belle.

Barbeque in spiaggia

Oltre agli addobbi anche le pietanze sono leggermente diverse dalle nostre. Famosissimo il classico Barbecue in spiaggia, solitamente a base di pesce ma delle volte viene usata la carne. Come in Inghilterra c'è l'usanza dei Christmas crackers, ovvero dei tubi di cartoncino confezionati in carta regalo che scoppiano quando il cracker viene tirato all'estremità emettendo così il "botto" per festeggiare la ricorrenza.

Su ognuno di essi c'è una barzelletta o un regalo e vengono posizionati sui tavoli come segna posti accanto ad ogni piatto.

Babbo Natale cavalca le onde

Altra usanza natalizia è praticare surf il giorno di Natale: costume e cappello rigorosamente rosso o addirittura vestito completo di babbo natale e si salta sulla tavola a tagliare le onde. Bambini che invece del classico pupazzo di neve costruiscono pupazzi di sabbia con la carota al posto del naso, cappello rosso e occhiali da sole in riva al mare.

Giovani che festeggiano in spiaggia tutta la notte accendono falò come se fosse una vera e propria festa di un college statunitense. Insomma il Natale australiano è qualcosa di molto diverso dal nostro ma da provare assolutamente, lo consiglio a tutti e vi auguro un "caloroso" Natale.