Ryanair e molte altre compagnie aeree sono state costrette a sospendere i loro voli a causa della pandemia in corso. Con un avviso pubblicato oggi, giovedì 7 maggio, sul proprio sito, la compagnia irlandese ha comunicato l'estensione della programmazione limitata dei voli fino al 28 maggio ed ha fornito ulteriori indicazioni sulla ripresa. La restrizione dei voli, si legge nell'avviso, potrebbe durare ancora due mesi. "Prevediamo che i voli di linea riprenderanno a luglio" si legge nel comunicato ufficiale di Ryanair, anche se la compagnia spera in un coordinamento con l'Europa per la revoca, una volta sconfitto il Covid-19, delle restrizioni attualmente in essere.

Programmazione limitata estesa fino al 28 maggio

Stando a quanto riporta il quotidiano britannico "Express", ad aprile Ryanair ha effettuato solo 600 voli per la spedizione di forniture mediche e per il trasferimento dei cittadini britannici bloccati all'estero, a fronte dei 75.501 voli che avrebbe operato in condizioni normali. Il numero di passeggeri che sono saliti a bordo dei voli è diminuito del 99,6%. Proprio a causa del perdurare dei divieti di volo e delle restrizioni dei governi, Ryanair ha comunicato oggi che il 99% dei suoi aerei sarà messo a terra anche per le prossime settimane. Al momento la compagnia irlandese sta collaborando con i governi dell'Ue per mantenere attivi alcuni collegamenti minimi per motivi di emergenza ed ha esteso la programmazione limitata dei voli fino a giovedì 28 maggio.

Le rotte operate giornalmente o settimanalmente da Ryanair sono alcune delle tratte da/per l'Irlanda (come Dublino-Londra, Dublino-Amsterdam, Dublino-Berlino) e da/per il Regno Unito (come Londra-Dublino, Londra-Berlino, Londra-Porto).

Ipotesi ripresa a luglio

La limitazione dei voli attuata da Ryanair potrebbe estendersi fino al mese di luglio.

A dichiararlo è stessa compagnia irlandese sul proprio sito. "Al momento prevediamo che i voli di linea riprenderanno a luglio" si legge nel comunicato di Ryanair, che non esclude una possibile cooperazione con l'Europa per la revoca delle restrizioni di viaggio. "Sosteniamo le azioni dei governi dell’UE per combattere il virus.

Speriamo in un piano coordinato per revocare le restrizioni sui viaggi quando l’Europa sarà pronta a ritornare a volare". La speranza di speranza di Ryanair è che la ripresa dei voli possa avvenire il prima possibile, non appena il Covid-19 sarà sconfitto.

Ryanair chiede la collaborazione dei passeggeri

La compagnia ha assicurato ai propri clienti di adottare tutte le misure necessarie per salvaguardare la loro sicurezza, disinfettando quotidianamente tutti gli aerei. Nell'avviso pubblicato on line Ryanair chiede a tutti i passeggeri la piena collaborazione con gli equipaggi degli aeromobili, riconoscendo il loro impegno per mantenere, in un momento così complicato, i collegamenti minimi da/per l'Irlanda e da/per il Regno Unito.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!