Pubblicità
Pubblicità

Ultimissima chiamata per l'Italia per staccare in extremis un biglietto per i mondiali in Russia. Infatti, dopo l'1-0 subito in Svezia, gli azzurri devono ribaltare la situazione e per farlo devono vincere con almeno due gol di scarto (in caso di 1-0, supplementari ed eventualmente calci di rigore). Lo stadio San Siro di Milano [VIDEO] è pronto a spingere la nostra nazionale ma non sarà per niente facile. È vero che la gara di andata è stata decisa da un episodio, ma è altrettanto vero che l'Italia non ha per niente brillato. Si è vista una nazionale priva di idee che non è riuscita a sovrastare un avversario, tecnicamente, molto modesto.

C'è chi, come il presidente del Torino Urbano Cairo, sostiene che i giocatori non abbiano la giusta voglia di andare al mondiale. Probabilmente deve aver pensato la stessa cosa anche il presidente Tavecchio che ha stabilito un premio qualificazione, premio che non era previsto ma è stato aggiunto per dare ulteriori stimoli ai calciatori.

Pubblicità

Eppure dovrebbe bastare il solo pensiero che l'Italia non ha questo "disonore calcistico" dal 1958, [VIDEO] ossia l'ultima volta che la nazionale azzurra non si qualificò ai mondiali. La partita sarà trasmessa in diretta e in esclusiva da Rai 1 a partire dalle 20.45, e potrà essere ascoltata su Radio Rai 1.

Probabili formazioni

#Ventura non ha intenzione di rinunciare al suo 3-5-2 e quindi resteranno ancora fuori Insigne ed El Shaarawy. Confermato tutto il pacchetto arretrato con Buffon tra i pali e Bonucci, Barzagli e Chiellini in difesa. Alcune novità ci sono a centrocampo dove gli esterni resteranno Darmian e Candreva, ma al centro sarà confermato solo Parolo mentre Jorginho e Florenzi rileveranno lo squalificato Verratti e il non in forma De Rossi. In attacco ancora out Zaza, mentre Belotti non è al meglio come si è potuto notare già venerdì scorso in Svezia.

Pubblicità

Insigne ed El Shaarawy non vengono considerati nel ruolo di seconda punta dal C.T, che invece preferisce conservarseli come arma da sfoggiare a gara in corsa. E allora, al fianco di Immobile, ci sarà Gabbiadini che quest'anno ha segnato con la maglia del Southampton 3 gol nelle prime 11 partite di Premier League. Pochi cambi in programma anche per Andersson che ha in mente giusto un paio di avvicendamenti tra difesa e centrocampo.

Italia (3-5-2): Buffon; Bonucci, Barzagli, Chiellini; Candreva, Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian; Gabbiadini, Immobile.

Svezia (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Johansson, Forsberg; Berg, Toivonen. #italia-svezia #Mondiali Russia 2018