Lo scorso 18 Maggio, presso la sede del Consiglio Regionale della Calabria, sono stati ascoltati dall’Assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno e dai componenti della IV Commissione consiliare presenti, gli Ordini professionali interessati dalle criticità della piattaforma SISMI.CA.

Raggiunto lo scopo degli Ordini

L’Ing. Bruno Larosa, rappresentante degli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri di Cosenza, presente al tavolo della discussione, è riuscito a ottenere delle risposte allineate con quanto richiesto al tavolo tecnico dell’8 maggio. L’Assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno ha, infatti, promesso che saranno attuate immediatamente tutte le modifiche necessarie per rendere la piattaforma SISMI.CA utilizzabile senza grossi problemi.

Pubblicità
Pubblicità

Adottando se necessario anche apposite modifiche al Regolamento Regionale n. 1/2016:

Sette interventi per sbloccare SISMI.CA

Sono sette gli interventi che l’Assessore Roberto Musmanno ha dichiarato di voler attuare a breve termine, per sbloccare la drammatica situazione che sta creando SISMI.CA, sia ai Tecnici impegnati nelle attività di progettazione, sia a tutto l’indotto collegato all’economia edilizia in Calabria.

Ritenendo opportuno informare tutti gli addetti ai lavori, riportiamo di seguito integralmente gli interventi che l’Assessore alle Infrastrutture della Regione Calabria intende mettere in atto da subito:

1) Al fine di semplificare le fasi di autorizzazione dei progetti strutturali saranno introdotte norme transitorie che consentiranno l’apertura di una breve finestra temporale in cui tutti i progetti potranno essere inseriti nella categoria “altre opere”;

2) Sarà superato l’attuale tavolo tecnico per istituirne uno più ristretto le cui indicazioni poste a verbale diventino automaticamente vincolanti per gli uffici del servizio tecnico regionale;

3) Saranno disciplinati in maniera specifica i controlli che i funzionari regionali dovranno effettuare e soprattutto quali non dovranno effettuare;

4) Si renderà più efficace la manualistica integrandola con un esempio per ciascuna tipologia strutturale;

5) Si provvederà ad attivare un servizio help-desk, presso le sedi degli uffici del genio civile, in cui un tecnico regionale, per un giorno a settimana, presterà servizio di assistenza per la presentazione dei progetti;

6) Sarà potenziato il servizio di assistenza on-line con risposta a tutte le richieste degli utenti entro 48 h;

7) Saranno organizzati di corsi di formazione presso le sedi degli Ordini professionali.

Pubblicità

Si apre una fase nuova per l’edilizia in Calabria

Se gli impegni presi dall’Assessore, di concerto con la IV Commissione, saranno rispettati, si prospetta quindi, una fase nuova per Tecnici e Imprese, durante la quale sarà più facile l’inserimento dei progetti nella piattaforma digitale e la ripresa dell’economia edilizia che, da molto tempo sta vivendo una fase di stallo che, ha generato gravissime ripercussioni economiche nel settore.

“In ogni caso - dichiara l’Ing. Bruno Larosa - occorre che si utilizzi questo tempo per divulgare adeguatamente l’utilizzo della nuova piattaforma che, sebbene suscettibile di rettifiche e miglioramenti anche alla luce delle NTC 2017 d’imminente pubblicazione, rappresenta un processo evolutivo continua Larosa - che ingloba sia aspetti legati all’innovazione tecnologica, ma anche aspetti legati alla sicurezza #SISMICA dell’edificato cui noi tecnici saremo chiamati, in maniera sempre più pressante nel futuro prossimo, a dare risposte”.

Anche il Genio Civile deve fare la sua parte

Certamente gli interventi previsti per la semplificazione di SISMI.CA potranno dare una boccata di ossigeno a tutti gli addetti ai lavori del comparto edile, ma per completare il miglioramento e vedere ottimi risultati è necessario che anche gli Uffici Tecnici Regionali, (Ex Genio Civile) siano dotati degli strumenti idonei per far fronte alla mole di lavoro, altrimenti efficienza ed efficacia rimarranno soltanto due meri aggettivi scritti sulla Carta dei Servizi dell’Ente Regione.

Pubblicità