Nel periodo estivo bisogna convincere i proprietari di cani a non abbandonare i loro animali. Ecco che allora due storie particolari come quelle che seguono possono raggiungere lo scopo.

Fray Bigotón, un fraticello particolare

In un convento boliviano, quello di San Francesco di Cochabamba, un piccolo schnauzer è diventato frate, con tanto di tonaca, per vivere con i confratelli umani nel monastero. Il cagnolino che si chiama Fray Bigoton, ovvero "frate baffone", indossa anche un saio proprio uguale a quello dei fraticelli del convento che gli vogliono un bene dell'anima. Il suo aspetto è davvero serio, proprio da frate saggio e Jorge Fernandez, un monaco del convento, è entusiasta di lui e dice che Fray Bigotón non fa altro che correre e giocare e questo rallegra moltissimo i suoi confratelli.

Pubblicità
Pubblicità

L'associazione animalista Frias Proyecto Narices ha deciso qualche tempo fa di dare il cagnolino baffone in #adozione al convento con lo scopo di far apprezzare l'amore degli animali e per gli animali, anche quelli che non hanno padrone. Si può dire che l'iniziativa ha avuto successo perché Fray Bigotón, oltre ad essere diventato il pupillo dei frati, è diventato una star del web, ha una sua pagina Facebook e vive felice e contento con i suoi fraticelli.

Annabelle, la cagnolina triste, ha trovato casa

L'altra storia invece è tutta americana: la scorsa settimana, durante una visita a un canile di Los Angeles, il signor Hwang ha notato che una cagnolina rimaneva in un angolo e non partecipava alle feste che di solito i cani riservano ai visitatori. Annabelle, pareva senza speranza.

Pubblicità

Molte volte aveva sperato di essere adottata, ma il #cane prescelto era sempre un altro. Mr.Hwang ha voluto immortalare Annabelle in due scatti, ma mentre stava per uscire dal canile, la cagnolina si è diretta verso di lui. La piccola è arrivata vicino alle sbarre per farsi fare una carezza, forse seguendo il suo istinto o forse per simpatia verso quel signore. M. Hwang ha cominciato a carezzarle dolcemente la testa, ma si è accorto che Annabelle aveva una terribile infezione che non le consentiva nemmeno di aprire gli occhi.

La storia a lieto fine di Annabelle

Non potendo prenderla con sé, Mr. John è rimasto con lei tutto il giorno e, arrivato a casa, ha raccontato sui social la storia della cagnolina dopo aver scoperto che Annabelle ha 10 anni e ha avuto una vita durissima. Ha postato anche le sue foto e moltissime persone si sono innamorate di lei e hanno offerto il loro aiuto per farla uscire dal canile. L'organizzazione Leashes of Love Rescue, specializzata nel salvataggio di cani si è fatta avanti e un volontario, Cathi Perez, ha ottenuto il nulla osta per portarla via da quel luogo dove Annabelle tanto ha sofferto.

Pubblicità

Perez ha anche trovato una signora anziana che ha accolto la cagnolina con tanto affetto. Lei, Annabelle, ha capito tutto e la gioia di essere liberata l'ha trasformata d'incanto in una cagnolina vivace. Quando si dice che la speranza è l'ultima a morire, si dice una grande verità. #Cronaca