Sarà di sicuro il film più lungo mai girato nella storia del #Cinema ed uscirà in tutte le sale del mondo il 31 dicembre del 2020. Per guardarlo tutto ci vorrà un mese intero senza mai scollarsi dal grande schermo e sarà interessante sapere se qualcuno avrà il coraggio di finirlo. Ambiancé, questo il nome della pellicola, sarà l'ultimo film del regista svedese Anders Weberg, quarantasettenne che non è nuovo a imprese da record di questo tipo.

Già qualche anno fa, infatti, girò un film sull'idea del tempo che si intitolava 090909, ovviamente durava 9 ore, 9 minuti e 9 secondi e uscì nelle sale il 9 settembre del 2009. Una persona, insomma, che ama giocare con il concetto del tempo e che starebbe per concludere le riprese del film più lungo della storia.

Pubblicità
Pubblicità

Una pellicola che comunque è stata già anticipata, due anni or sono, da un "piccolo" teaser di appena 72 minuti e oggi possiamo proporvi definitivamente quello che è il trailer vero e proprio di questo "flusso di coscienza" che ci propone il regista.

Il trailer del film più lungo della storia del cinema

Diciamo subito che Ambiancé non ha una vera e propria trama e che anche il regista è consapevole che nessuno, a parte lui, lo vedrà mai fino in fondo. "Quello che voglio - ha affermato Weberg - è che lo spettatore ricordi le singole parti del racconto che ha potuto vedere, non mi interessa che lo vedano tutto, l'importante è aver trasmesso qualcosa". Il film, fra l'altro, si compone di squarci di luce che lo rendono statico dal punto di vista narrativo, ma che fanno del prodotto una vera e propria innovazione in campo cinematografico, un po' come accaduto in questi giorni ad Hardcore, il primo film girato interamente in prima persona.

Pubblicità

Anche il numero 7 ha un significato particolare in Ambiancé, dato che rappresenta i giorni della settimana, i peccati capitali, i colori dell'arcobaleno, le note musicali e per finire la durata della pellicola (720 ore), che altro non è che il prodotto dei numeri dall'1 al 6.

Ecco un assaggio del film: