I nuovi sondaggi elettorali politici aggiornati al 30 novembre danno il M5S in calo. Già nei giorni scorsi vi abbiamo proposto sondaggi che davano il Movimento 5 Stelle in difficoltà. Tra questi quelli degli istituti Euromedia e Ixè. Oggi questi dati vengono confermati dall'istituto SWG. Un crollo verticale quello che i pentastellati fanno registrare rispetto alla scorsa settimana, quando erano dati al 25,1 percento. Di seguito le percentuali per tutti i partiti. 

Movimento 5 Stelle in calo anche per SWG

Dati contrastanti quelli degli ultimi sondaggi. Da una parte alcuni istituti certificano che il M5S è l'unico a crescere, altri invece segnalano la sua flessione.

Pubblicità
Pubblicità

Spesso la verità sta nel mezzo, ma anche oggi dobbiamo fare i conti con dati ancora negativi sui 5 Stelle. Per giunta, stavolta il calo è netto: -1,3 percento rispetto alla rilevazione dello scorso 19 novembre, quando i grillini erano al 25,1. A crescere sono altri partiti, lontanissimi dal Movimento di Beppe Grillo. 

Il Partito democratico guadagna il +0,7 percento

Se il Movimento 5 Stelle perde oltre mezzo punto percentuale, il Pd sorride. Il partito di governo, sempre stando ai dati SWG, cresce dello 0,7 percento. Un importante segnale di fiducia per Matteo Renzi, che continua ad andare dritto per la sua strada sia in materia di sicurezza che in materia previdenziale, avendo posticipato ogni discussione legata alla flessibilità in uscita al 2016, come riportano le ultime notizie sulle pensioni ad oggi. 

Sale Forza Italia

Ad essere più in salute di tutti è però Forza Italia.

Pubblicità

Il partito di Silvio Berlusconi in una settimana è stato capace di crescere di oltre un punto e mezzo (+1,6 percento), attestandosi ora sul 12,4 percento rispetto al 10,8 della settimana scorsa. Sembra dunque funzionare la ricetta dell'ex premier Berlusconi, che da settimane si dice convinto di poter battere il Centrosinistra alle prossime elezioni politiche se la coalizione del Centrodestra correrà unita. 

Lega Nord giù, stabile Fratelli d'Italia

Chi non riesce a replicare il balzo di Forza Italia è la Lega Nord. Il partito di Matteo Salvini ha perso in una settimana lo 0,4 percento, attestandosi al 16 percento. Stabile invece Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, che rimane intorno al 4 percento (+0,1 rispetto al 19 novembre). Intanto Salvini nella giornata di ieri ha pubblicato sulla propria pagina ufficiale Facebook un post contro l'Unione Europea e il regalo di 3 miliardi stanziato alla Turchia per gli immigrati ricevendo 10 mila mi piace ed oltre 800 condivisioni. 

Salvini contro Fini

Il leader della Lega Nord sempre nella giornata di ieri si è scagliato anche contro Fini, colpevole di aver difeso gli immigrati in albergo e di aver insultato uno studente.

Pubblicità

Per Salvini Gianfranco Fini è un traditore. Su Facebook il segretario della Lega ha pubblicato il video che ha ripreso l'episodio. Le telecamere sono del Fatto Quotidiano. Tra i commenti si legge: "Sei veramente una vergogna. Il grande Almirante sì starà rivoltando nella tomba. E pensare che sei stato il suo delfino. Ecco l'unico errore commesso da Giorgio Almirante".

Berlusconi guarda al ballottaggio

Questa domenica la bacheca di Silvio Berlusconi si è arricchita di un post sulle prossime elezioni politiche. Il leader di Forza Italia ha detto che il Pd non potrà arrivare al 40 percento e al momento il ballottaggio con il #M5S resta lo scenario più probabile. "Per questo occorre costruire un Centrodestra unito", si legge sul post. Basterà per avere la meglio al ballottaggio contro la coalizione di Centrosinistra?

#Sondaggi politici